Quantcast
Ads by Muslim Ad Network









at-Taubah Farsi:: Ghodratollah Bakhtiari Nejad 

Ayat
9:1Dio e il Suo messaggero ripudiano i trattati stipulati con gli idolatri.
9:2“Siete liberi di muovervi sul territorio per quattro mesi, ma sappiate che non potete vanificare Dio attraverso la vostra falsità, perché Dio coprirà di vergogna coloro che Lo respingono.
9:3Un annuncio da parte di Dio e del Messaggero alle persone riunite nel Giorno del Grande Pellegrinaggio: “Dio e il Suo Messaggero dissolvono le obblighi verso i pagani. Se, poi, vi pentite, sarà meglio per voi. Però, se vi volgete indietro, sappiate che non potete sfuggire a Dio. Proclama un doloroso castigo a coloro che respingono la fede.
9:4Non sono però dissolti i trattati con quei pagani con cui avete stretto alleanza e che successivamente non vi hanno traditi e non hanno aiutato nessuno contro di voi. Così rispettate gli impegni presi con loro fino al completamento del termine stabilito. Dio ama i giusti.
9:5Però, quando i mesi proibiti sono trascorsi, combattete ed uccidete i pagani ovunque li troviate. Catturateli, assediateli e tendete loro agguati con ogni stratagemma di guerra. Però, se si pentono, stabiliscono preghiere regolari e praticano regolare carità, allora aprite per loro una via, perché Dio è Perdonatore, Misericordioso.
9:6Se qualcuno dei pagani ti domanda asilo, garantiscilo, affinché possa udire la parola di Dio e poi scortatelo in un posto sicuro, perché sono uomini che non conoscono il vero.
9:7Come può esserci un’alleanza con i pagani, di fronte a Dio ed al Suo Messaggero, eccetto che con coloro con cui stringete un patto vicino alla Sacra Moschea? Fino a quando si mantengono fedeli verso di voi, anche voi rimanete fedeli verso di loro perché Dio ama i giusti.
9:8Come può esserci una tale alleanza, se, quando ottengono un vantaggio su di voi, non rispettano né i legami di parentela né i patti stretti? Con parole suadenti vi attirano, ma i loro cuori sono lontani da voi e la maggior parte di loro sono ribelli e malvagi.
9:9Costoro hanno venduto i segni di Dio ad un prezzo miserabile e molti hanno distolto dalla Sua Via. Le azioni che hanno commesso sono malvagie.
9:10In un credente non rispettano né i legami di parentela né quelli di un patto. Costoro hanno sorpassato ogni limite.
9:11Però se si pentono, stabiliscono preghiere regolari e praticano regolare carità, siano vostri fratelli nella fede. Così spieghiamo chiaramente i segni per coloro che comprendono.
9:12Però, se violano i loro giuramenti dopo aver stretto i patti e vi scherniscono per la vostra fede, combattete i capi della Miscredenza. I giuramenti per costoro non hanno alcun valore. Forse in questo modo si controlleranno.
9:13Non combatterete contro coloro che hanno violato i giuramenti, complottato per espellere il Profeta e vi hanno attaccato per primi? Li temete forse? Dovreste giustamente temere molto di più Dio, se siete credenti!
9:14Combatteteli, e Dio li punirà attraverso le vostre mani, li coprirà di vergogna, vi darà la vittoria e guarirà i petti dei credenti
9:15e calmerà l’indignazione dei loro cuori. Egli si volge misericordioso verso chi vuole. Dio è Onnisciente, Saggio.
9:16O pensate che sarete lasciati soli, come se Dio non conoscesse coloro che tra di voi si impegnano e non prendono nessuno come amico o protettore tranne Lui, il Suo messaggero e la comunità dei credenti? Però Dio ben conosce quello che compiono.
9:17Non spetta ai politeisti visitare o curarsi delle Moschee di Dio, mentre sono testimoni di infedeltà contro le loro stesse anime. Le opere di costoro non portano alcun frutto. Dimoreranno nel Fuoco.
9:18Le Moschee di Dio devono essere visitate e mantenute da coloro che credono in Dio e nell’Ultimo Giorno, stabiliscono preghiere regolari, praticano regolare carità e non temono nessuno tranne Lui. Solo costoro possono aspettarsi di essere inclusi tra coloro che sono guidati da Dio.
9:19Voi considerate uguale dare da bere ai pellegrini o mantenere la Sacra Moschea al servizio di coloro che credono in Dio e nell’Ultimo Giorno e si sforzano per la causa di Dio? Costoro davanti a Dio non possono essere paragonati. Egli non guida coloro che commettono il male.
9:20Coloro che credono, soffrono l’esilio e s’impegnano nella causa di Dio con i propri beni e le proprie persone, hanno davanti ad Dio il più alto rango. Costoro raggiungeranno la vittoria.
9:21Il Signore annuncia loro la buona novella della Sua misericordia, del Suo compiacimento e dei Giardini preparati per loro, dove ci sono delizie durature.
9:22Dimoreranno lì per sempre. In verità, alla presenza di Dio vi è la ricompensa più grande.
9:23O voi che credete! Non prendetevi come protettori i vostri padri e i vostri fratelli, se amano la miscredenza più della fede. Se qualcuno di voi agisce in questo modo, commette ingiustizia.
9:24Dì: “Se vi sono più cari di Dio e del Suo Profeta o del combattere per la Sua causa i vostri padri, i vostri sposi o i vostri parenti, la ricchezza che avete accumulato e il commercio di cui temete il declino o le dimore in cui vivete, allora aspettate fino a quando Dio non recherà la Sua punizione perché Egli non guida i ribelli.
9:25Dio vi ha aiutato in molti campi di battaglia e nel giorno di Hunain. Il vostro grande numero vi ha fatto esultare, ma non vi fu di aiuto alcuno. La terra con tutta la sua ampiezza vi strinse e voi vi siete voltati indietro in ritirata.
9:26Dio ha fatto scendere la Sua pace sul Messaggero e sui credenti e ha inviato forze che non vedete. Egli ha punito i miscredenti. Così Egli ricompensa coloro che mancano della fede.
9:27Dopo Dio volgerà la Sua misericordia su chi desidera, perché Egli è Perdonatore, Misericordioso.
9:28O voi che credete! In verità i pagani sono impuri. Non permettete loro, dopo quest’anno, di avvicinarsi alla Sacra Moschea. Se temete la povertà, presto Dio vi arricchirà, se Egli vuole, dalla Sua grazia. Dio è Onnisciente, Saggio.
9:29Combattete coloro che, tra i popoli della Scrittura, non credono in Dio e nell’Ultimo Giorno, che non considerano proibito ciò che Dio e il Messaggero hanno proibito, non riconoscono la religione della Verità, fino a quando non pagheranno l’jizyah con sottomissione volontaria e si sentiranno sconfitti.
9:30Gli ebrei chiamano Uzayr figlio di Dio, e i cristiani chiamano il Cristo il Figlio di Dio. Questa è solo un’affermazione delle loro labbra. Imitano ciò che i miscredenti dei tempi antichi erano soliti affermare. Che Dio li distrugga. Come sono lontani dalla verità.
9:31Scelgono i sacerdoti ed i maestri come loro signori al posto di Dio e prendono come loro Signore Cristo, Figlio di Maria. Eppure era stato comandato loro di adorare un solo dio. Non c’è altro dio che Lui. Lode e gloria a Lui! Egli è ben lontano da coloro che Gli associano.
9:32Vorrebbero estinguere la luce di Dio con le loro labbra. Dio però non vuole altro che rendere perfetta la Sua Luce, anche se i miscredenti potrebbero detestarlo.
9:33Egli è Colui che ha inviato il Suo Profeta con la Guida e la religione della verità per prevalete su tutte le altre religioni, anche se i pagani potrebbero detestarlo.
9:34O voi che credete! Ci sono molti tra i sacerdoti ed i maestri, che in falsità divorano le sostanze degli uomini e li tengono lontani dalla Via di Dio. Ci sono coloro che ammassano oro e argento e non lo spendono sulla Via di Dio. Annuncia loro un doloroso castigo.
9:35Nel Giorno, in cui il calore sarà prodotto da quella ricchezza nel Fuoco dell’Inferno, e con quello saranno marchiate le loro fronti, i loro fianchi e le loro schiene. “Questo è il tesoro, che avete ammassato per voi stessi. Assaggiate allora il tesoro che avete occultato!”.
9:36Presso Dio un anno misura dodici mesi. Così è stato da Lui stabilito il giorno in cui ha creato i cieli e la terra. Di questi mesi quattro sono sacri. Questa è la retta religione. Così non commettete ingiustizia contro voi stessi e combattete i pagani tutti insieme, se vi combattono tutti insieme. Però sappiate che Dio è con coloro che sono capaci di controllarsi.
9:37In verità, il mese intercalare non è altro che una aggiunta alla miscredenza. I miscredenti sono condotti a perdersi perché rendono un anno sacro e l’altro profano per alterare il numero di mesi proibiti da Dio e rendere quelli proibiti permessi. Il male delle loro azioni sembra loro attraente, ma Egli non guida coloro che rifiutano la fede.
9:38O voi che credete! Che cosa vi accade, dunque, quando vi viene domandato di avanzare per la Causa di Dio? Perché rimanete come aggrappati alla terra? Preferite la vita di questo Mondo o dell’Altro? Piccolo è il bene di questo mondo, se paragonato a quello dell’Altra Vita.
9:39Se non avanzerete, Egli vi punirà con un doloroso castigo e porrà altri al posto vostro, anche se non potete in nessun modo nuocergli perché Egli ha potere su tutte le cose.
9:40Se non aiutate il messaggero, invero Dio lo aiuterà. Quando i miscredenti lo costrinsero a lasciare, non aveva che un solo compagno. Costoro si trovavano nella Caverna ed egli disse al suo compagno: “Non avere alcun timore perché Dio è con noi”. Poi Egli inviò su di lui la Sua pace, lo ha sostenuto con forze che non percepiva e ha umiliato nel profondo la parola dei miscredenti. La parola di Dio è eccelsa. Egli è l’Eccelso, il Saggio.
9:41Andate avanti, sia che siate giovani o anziani, impegnatevi e lottate con i vostri beni e le vostre persone per la Causa di Dio. Questo è meglio per voi, se solo sapeste.
9:42Se ci fosse stato un guadagno immediato e il viaggio fosse stato facile, senza dubbio ti avrebbero tutti seguito, ma la distanza era lunga e pesante. Avrebbero giurato per Dio: “Se solo avessimo potuto, saremo sicuramente venuti con te”. Così porteranno alla dannazione le anime loro, perché Dio sa che proferiscono menzogne.
9:43Dio ti ha perdonato (o Profeta) perché hai concesso loro di rimanere indietro fino a quando coloro che hanno detto il vero fossero chiaramente distinguibili da coloro che, invece, si sono dimostrati bugiardi.
9:44Coloro che credono in Dio e nell’Ultimo Giorno non ti domandano di essere esonerati dal combattere con i loro beni e le loro persone. Dio conosce bene coloro che compiono il proprio dovere.
9:45Ti chiedono di essere esentati solo coloro che non credono né in Dio né nell’Ultimo Giorno e coloro che nutrono il dubbio nei loro cuori, così che nei loro dubbi rimangono sospesi.
9:46Se avessero avuto intenzione di marciare con te, sicuramente avrebbero fatto qualche preparativo. Però, Dio non ha voluto che partissero e così li ha lasciati indietro e venne detto loro: “Sedete in compagnia di coloro che rimangono indietro”.
9:47Se fossero usciti insieme a voi, non avrebbero aggiunto nulla alla vostra forza, ma avrebbero solo creato disordine, correndo di qua e di là tra di voi seminando sedizione. Alcuni tra di voi avrebbero prestato loro ascolto. Però Dio conosce bene coloro che commettono ingiustizia.
9:48In verità, anche precedentemente hanno fomentato una sedizione e hanno ostacolato i tuoi progetti, fino a quando non è giunta la Verità e il Decreto di Dio non è divenuto manifesto, a loro malgrado.
9:49Tra di loro c’è chi afferma: “Dispensatemi e non mettetemi alla prova”. Non sono forse già stati messi alla prova? L’Inferno circonda i miscredenti da ogni lato.
9:50Se ti capita qualcosa di buono, si rattristano, ma se ti coglie una disgrazia, dicono: “Abbiamo preso le nostre precauzioni”, e si voltano indietro, rallegrandosi.
9:51Dì: “Nulla accadrà eccetto ciò che Dio ha stabilito per noi. Egli è il nostro Protettore. Che i credenti ripongano in Dio la loro fiducia”.
9:52Dì: “Potete aspettare per noi un altro fato diverso dal martirio o dalla vittoria? Però possiamo aspettare per voi che Dio vi invii una punizione attraverso le vostre stesse mani. Così aspettate, e anche noi aspetteremo”.
9:53Dì: “Spendete per la causa, volenti o meno, ma da voi non sarà accettato, perché siete in verità un popolo di ribelli e di malvagi”.
9:54I loro contributi non sono stati accettati perché hanno rifiutato Dio e il Suo Profeta, si recano alla preghiera senza averne voglia e non offrono contributi senza provare del risentimento.
9:55Che la loro ricchezza o i loro figli non ti abbaglino. In realtà, il piano di Dio è di punirli con queste cose in questa vita e che le loro anime possano perire nella miscredenza.
9:56Giurano nel nome di Dio che sono con voi, ma non sono con voi. Eppure hanno paura di apparire per quello che sono.
9:57Se potessero trovare un luogo in cui fuggire, o grotte o un nascondiglio, si volgerebbero verso di esso con una fretta ostinata.
9:58Tra di loro ci sono alcuni che ti calunniano relativamente alla distribuzione delle elemosine. Se viene data loro una parte, se ne compiacciono, ma se ne vengono esclusi, s’indignano.
9:59Se solo si fossero accontentati di ciò che Dio e il Suo Messaggero hanno concesso loro e avessero affermato: “Per noi Dio è sufficiente!”. Accettiamo ciò che Dio e il Suo messaggero ci hanno concesso. Verso Dio volgiamo le speranze nostre!
9:60La Zakat è per i poveri, per coloro che ne hanno bisogno e coloro che collezionano le elemosine, per coloro i cui cuori devono essere riconciliati, per coloro che si trovano in schiavitù e nel debito, per la causa di Dio e per i viandanti in difficoltà. Questo è stato ordinato da Dio ed Egli è pieno di conoscenza e di saggezza.
9:61Tra di loro ci sono uomini che molestano il Profeta e dicono: “Presterà ascolto a qualsiasi cosa”. Dì: “Egli ascolta ciò che è meglio per voi. Egli crede in Dio, ha fede nei credenti ed è una Misericordia per coloro che credono. Invece, coloro che infastidiscono il Profeta, avranno la più grande punizione”.
9:62Pronunciano i loro giuramenti nel nome di Dio, al fine di compiacerti. Però sarebbe più appropriato che cercassero di compiacervi Dio e il Suo Messaggero, se sono dei credenti.
9:63Non sanno forse che per coloro che si oppongono a Dio e al suo Messaggero, è riservato il Fuoco dell’Inferno, dove dimoreranno? Questa è la disgrazia suprema.
9:64Gli ipocriti hanno paura che venga rivelata una sura riguardo a loro, che manifesti che cosa veramente si trova nei loro cuori. Dì: “Schernite pure! In verità, Dio porterà alla luce tutto ciò che temete”.
9:65Se rivolgi loro delle domande, dichiarano con enfasi: “Stavamo solo chiacchierando e scherzando”. Dì: “Volete schernire Dio, i Suoi segni e il Suo Profeta?”.
9:66Non cercate scuse. Voi avete respinto la fede, dopo averla accettata. Se perdoniamo alcuni di voi, ne puniremo altri, perché si trovano nel peccato.
9:67Gli ipocriti, uomini e donne, si comprendono gli uni con gli altri. Costoro ordinano ciò che è riprovevole e proibiscono ciò che è giusto. Le loro mani sono chiuse. Hanno dimenticato Dio, così Egli si è dimenticato di loro. In verità, gli ipocriti sono ribelli e perversi.
9:68Dio ha promesso agli ipocriti, uomini e donne, e a coloro che rifiutano la fede, il fuoco dell’Inferno, dove dovranno dimorare. Questo per loro è sufficiente. Dio li ha rifiutati ed una sofferenza eterna li attende.
9:69Siete (miscredenti) proprio come coloro che vi hanno preceduto. Erano molto più forti di voi e possedevano molta più ricchezza e molti più figli. Hanno goduto della loro porzione e voi della vostra, così come hanno fatto coloro che vi hanno preceduto. Poi voi indugiate in discorsi vani, proprio come loro. Le loro opere non portano alcun frutto in questo mondo e nell’Altro. Costoro saranno i perdenti.
9:70Non ti è giunta la storia di coloro che li hanno preceduti? Il popolo di Noè, gli Ad e i Thamud, il popolo di Abramo, gli uomini di Midian e le città distrutte. Giunsero presso di loro i messaggeri con chiari segni. Non è stato Dio che ha commesso ingiustizia; invece loro hanno agito ingiustamente contro le loro stesse anime.
9:71I credenti, uomini e donne, sono protettori gli uni degli altri. Comandano ciò che è giusto e proibiscono ciò che è riprovevole. Osservano preghiere regolari, praticano regolarmente la carità e obbediscono a Dio e al Suo Messaggero. Su di loro Dio dispenserà la Sua misericordia. Egli è Eccelso, Saggio.
9:72Dio ha promesso ai credenti- uomini e donne- giardini sotto i quali scorrono i ruscelli, per dimorarvi, e delle splendide dimore in giardini di durevole benedizione. La più grande benedizione però è il compiacimento di Dio. Questa è la suprema felicità.
9:73O Profeta! Lotta strenuamente contro i miscredenti e gli ipocriti e mantieniti fermo contro di loro. La loro dimora è l’Inferno, se non si pentono, invero un orribile rifugio.
9:74Giurano per Dio di non aver detto nulla di male, ma in realtà pronunciano parole blasfeme. Lo hanno fatto dopo aver accettato l’Islam e hanno meditato un piano che sono stati incapaci di portare a termine. Questa loro vendetta è stato ciò che hanno dato in cambio a Dio e al Suo Messaggero per averli arricchiti! Se si pentono, sarà meglio per loro. Però, se si voltano indietro, Dio li punirà con un doloroso castigo in questa vita e nell’Altra. Non avranno nessuno sulla terra che potrà proteggerli o aiutarli.
9:75Tra di loro ci sono uomini che hanno stretto un Patto con Dio che, se Egli avesse concesso loro la Sua Grazia, avrebbero speso molto in carità e sarebbero stati tra i giusti.
9:76Però, quando abbiamo concesso loro la Nostra grazia, sono divenuti avari e hanno infranto il loro patto.
9:77Egli come conseguenza ha posto nei loro cuori l’ipocrisia, fino al Giorno in cui dovranno incontrarLo, perché hanno infranto il loro patto con Dio e hanno continuato a mentire.
9:78Non sanno forse che Dio conosce i loro pensieri segreti e i loro segreti conciliaboli e che Egli conosce bene tutte le cose invisibili?
9:79Dio coprirà di ridicolo coloro che calunniano i credenti che compiono opere di carità; coloro che non possono trovare nulla da dare, se non il frutto del loro lavoro, e li cospargono di ridicolo. Costoro avranno una gravosa ricompensa.
9:80Sia che domandi per loro il perdono, sia che non lo faccia, il loro peccato non potrà essere perdonato. Anche se domandassi settanta volte per loro il perdono, Dio non li perdonerà, perché hanno rifiutato Dio e il Suo Messaggero. Dio non guida coloro che sono perversamente ribelli.
9:81Coloro che furono lasciati indietro, hanno goduto della loro inattività, dopo che il Profeta era partito. Costoro odiavano lottare e combattere con i loro beni e le loro persone per la causa di Dio. Dissero: “Non procedete con quel caldo!” Dì: “Il fuoco dell’Inferno è ancora più caldo. Se solo lo potessero comprendere!”.
9:82Fai che ridano per un poco, molto piangeranno: una ricompensa per il male che hanno compiuto.
9:83Se, allora, Dio ti riportasse indietro a loro, faccia a faccia, e loro chiedessero il tuo permesso per uscire in combattimento insieme a te, dì: “Non verrete mai fuori con me e non combatterete con me alcun nemico, perché alla prima occasione avete preferito sedere inattivi. Ora sedete con coloro che rimangono indietro”.
9:84Non pregare in occasione della morte di nessuno di loro e non rimanere in piedi presso la loro tomba, perché hanno rifiutato Dio e il Suo Messaggero e sono morti in una condizione di perversa ribellione.
9:85Che la loro ricchezza o i loro figli non ti abbaglino. Il piano di Dio è di punirli con questa cose in questo mondo e che le loro anime possano perire nella miscredenza.
9:86Quando una sura viene rivelata, comanda loro di credere in Dio, di impegnarsi e di lottare con il Suo Messaggero. Coloro che possiedono ricchezza ed influenza domandano di essere esentati, dicendo: “Lasciaci indietro, saremo con coloro che siedono in casa”.
9:87Preferiscono rimanere con le donne, che rimangono indietro a casa. I loro cuori sono sigillati e non comprendono!
9:88Invece il messaggero e coloro che credono con lui s’ impegnano e lottano con la loro ricchezza e le loro persone. Avranno le cose migliori nella vita che verrà. Costoro sono coloro che prospereranno.
9:89Dio ha preparato per loro Giardini sotto i quali scorrono i ruscelli per dimorarvi. Questa è la felicità suprema.
9:90Vi erano, anche tra gli arabi del deserto, coloro che formulavano scuse e chiedevano di essere esentati. Si sono dimostrati falsi verso Dio e il Suo Messaggero. Così rimangono inattivi. Presto un doloroso castigo coglierà coloro che, tra di loro, sono miscredenti.
9:91Non c’è nessun rimprovero verso coloro che sono infermi, malati o non trovano nessuna risorsa da spendere, se sono sinceri nei doveri verso Dio e il Suo Messaggero. Nessun rimprovero può essere sollevato contro coloro che agiscono secondo giustizia. Dio è Perdonatore, Misericordioso.
9:92Non hanno colpa nemmeno coloro che vengono da te e ti domandano un mezzo di trasporto e, quando dici: “Non posso trovare per voi alcun mezzo di trasporto”, si volgono indietro, con gli occhi pieni di lacrime di dolore perché non hanno alcuna risorsa per dare il loro contributo.
9:93Sono degni di rimprovero coloro che domandano di essere esentati, anche se sono ricchi. Costoro sono felici di rimanere con quelli che rimangono indietro. Dio ha sigillato i loro cuori, così non sanno che cosa stanno perdendo.
9:94Costoro ti presenteranno le loro scuse, quando ritornerai. Dì: “Non presentate alcuna scusa. Non dobbiamo credervi. Dio ci ha già informato su di voi. Egli e il Suo Messaggero osserveranno le vostre azioni. Alla fine sarete ricondotti a Lui, Che conosce ciò che è nascosto e ciò che è manifesto. Allora vi sarà mostrata la verità di tutto ciò che avete compiuto”.
9:95Giureranno per Dio, quando ritornerai da loro, al fine di essere lasciati soli. Così lasciali a loro stessi. Costoro si trovano nell’abominio e l’Inferno è la loro dimora: una ricompensa adeguata per ciò che hanno compiuto.
9:96Giureranno così che tu possa essere contento di loro. Però, anche se tu sei compiaciuto di loro, Dio non è contento di coloro che si mostrano disubbidienti.
9:97Gli arabi del deserto sono i peggiori nella miscredenze e nell’ipocrisia e sono i più pronti a disconoscere il comando che Dio ha inviato al Suo Profeta. Però, Dio è Onnisciente, Saggio.
9:98Alcuni degli arabi del deserto considerano quello che pagano un’ imposizione e attendono che vi colga il disastro. In realtà, saranno loro ad essere colti dal disastro. Dio è Colui che ode e conosce tutte le cose.
9:99Invece, alcuni degli arabi del deserto credono in Dio e nell’Ultimo Giorno e considerano i loro pagamenti come un dono pio, che li avvicina a Dio e ad ottenere le benedizioni del Profeta. Presto Dio li ammetterà alla Sua Misericordia perché Egli è Perdonatore, Misericordioso.
9:100Dio è compiaciuto dei primi tra coloro che hanno lasciato le loro case, tra coloro che li hanno aiutati e anche tra coloro che li hanno seguiti in tutte le buone azioni. Dio è soddisfatto di loro proprio come loro lo sono di Lui. Per costoro Egli ha preparato giardini sotto i quali scorrono i ruscelli, per dimorare lì per sempre. Questa è la felicità suprema.
9:101Alcuni degli arabi del deserto che ti sono intorno sono degli ipocriti, proprio come gli arabi del deserto del popolo di Medina. Costoro sono ostinati nell’ipocrisia. Tu non li conosci, ma Noi li conosciamo. Li puniremo due volte e in aggiunta saranno inviati ad un doloroso castigo.
9:102Ci sono altri che hanno riconosciuto di aver agito ingiustamente, dopo aver compiuto azioni sia buone che cattive. Forse Dio si volgerà verso di loro con misericordia. Egli è Perdonatore, Misericordioso.
9:103Dei loro beni prendi delle elemosine, così che tu possa purificarli e santificarli e prega per loro. In verità, le preghiere sono per loro una fonte di sicurezza. Egli ode e conosce.
9:104Non sanno che Dio accetta il pentimento dei Suoi servi e riceve i loro doni di carità. Egli è Perdonatore, Misericordioso?
9:105Dì: “Agite! Presto Dio osserverà la vostra opera, così come il Suo Profeta e i credenti. Presto sarete ricondotti al conoscitore di ciò che è nascosto e di ciò che è manifesto, Che poi vi mostrerà la verità di tutto ciò che avete compiuto.
9:106Ci sono altri che sono stati lasciati in sospeso in attesa del comando di Dio. Egli potrebbe punirli o volgersi verso di loro con la Sua misericordia. Egli è Onnisciente, Saggio.
9:107E ci sono coloro che costruiscono una moschea per spargere corruzione ed infedeltà, per causare lo scisma tra i credenti e per tendere un agguato a favore di colui che già in passato ha mosso guerra contro Dio e il Suo Profeta. Costoro giureranno che la loro intenzione non è altro che buona, ma Dio dichiara che sono certamente dei bugiardi.
9:108(Profeta), non pregare mai in quella moschea. Vi è una moschea, le cui fondamenta sono state gettate fin dal primo giorno sulla pietà. Questa moschea è più degna delle tue preghiere. In essa ci sono uomini che desiderano essere purificati. Dio ama coloro che si purificano.
9:109Chi è quindi migliore? Colui che ha gettato le fondamenta sulla pietà e sul compiacimento di Dio o chi le ha gettate su un lembo di terra instabile pronto a crollare in pezzi? E crollerà in pezzi insieme a lui nel fuoco dell’Inferno. Dio non guida coloro che compiono il male.
9:110L’edificio così costruito sarà sempre fonte di sospetto e d’inquietudine nei loro cuori, fino a quando non saranno ridotti in pezzi. Dio è Onnisciente, Saggio.
9:111Dio ha comprato dai credenti le loro persone e i loro beni. Per loro, in cambio, vi è il Giardino del Paradiso. Costoro combattono nella Sua Causa, uccidono e sono uccisi. Una promessa che Lo vincola nella Verità, attraverso la Legge, il Vangelo ed il Corano. Chi è più fedele ai patti di Dio? Rallegratevi dello scambio che avete fatto. Questo è il supremo successo.
9:112Si rallegrino coloro che si volgono verso Dio in pentimento, Lo servono e Lo lodano. Si rallegrino coloro che vagano in devozione per la causa di Dio, che si inchinano e si prosternano nella preghiera, che comandano ciò che è buono e proibiscono il male, mentre osservano i limiti posti da Dio. Così proclama la buona novella ai credenti.
9:113Non si addice al Profeta e ai credenti pregare per il perdono dei pagani, anche se appartengono alla loro stessa famiglia, dopo che è diventato chiaro che sono Compagni del Fuoco.
9:114Abramo pregò per il perdono di suo padre solo a causa di una promessa che gli era stata fatta. Però, quando comprese che egli era un nemico di Dio, si dissociò da lui, perché Abramo era tenero di cuore e premuroso.
9:115Dio non lascerà che un popolo si perda, dopo che è stato guidato, al fine che Egli possa rendere loro chiaro che cosa temere ed evitare. Egli ha conoscenza di tutte le cose.
9:116A Dio appartiene il dominio dei cieli e della terra. Egli dà la vita e la toglie. Tranne Lui non avete alcuno che vi protegga o vi aiuti.
9:117Dio ha rivolto il suo favore verso il Profeta, gli Emigrati e gli Ansari, che lo hanno seguito nei periodi di difficoltà, dopo che una parte dei loro cuori era sul punto di perdersi. Egli si è volto verso di loro. Egli è verso di loro dolce e misericordioso.
9:118Egli si è anche rivolto nella misericordia verso i tre che erano rimasti indietro. Costoro si sentivano così colpevoli che persino la terra sembrava nella sua vastità troppo stretta per loro ed anche le loro stesse anime erano tese. Compresero che non si può sfuggire a Dio e non c’è alcun rifugio, se non il Lui. Allora Egli si volse verso di loro affinché potessero pentirsi, perché Egli è Perdonatore, Misericordioso.
9:119O voi che credete! Temete Dio e siate con coloro che sono veritieri nelle parole e nelle opere.
9:120Non si addiceva per gli abitanti di Medina e per i beduini arabi dei dintorni rifiutarsi di seguire il messaggero di Dio né preferire le loro stesse vite alla sua, perché tutto ciò che hanno sofferto o hanno compiuto è stato registrato a loro credito come opere di rettitudine. Ogni volta che soffrono la sete, la fatica o la fame nella causa di Dio o camminano sui sentieri per sollevare l’ira dei miscredenti o ricevere un’ingiuria qualunque da un nemico. Dio non permette che vada perduta la ricompensa di costoro che compiono il bene.
9:121Non spendono nulla per la causa- piccolo o grande- né attraversano una valle, senza che quest’azione venga registrata a loro credito. Che Dio possa ricompensare le loro azioni con la migliore ricompensa possibile.
9:122I credenti non debbono partire in missione tutti insieme. Se, da ogni spedizione, un contingente rimane indietro, possono dedicarsi agli studi nella religione e ammonire le persone, dopo che sono ritornate presso di loro, affinché possano imparare a guardarsi dal male.
9:123O voi che credete! Combattete i miscredenti che vi stanno attorno e lasciate che trovino in voi fermezza. Sappiate che Dio è con coloro che Lo temono.
9:124Ogni volta che viene rivelata una sura, alcuni di loro dicono: “Di chi si è accresciuta la fede?”. La fede di coloro che credono viene accresciuta e se ne rallegrano.
9:125Invece coloro, nei cui cuori vi è una malattia, aggiungeranno dubbio a dubbio e moriranno in una condizione di miscredenza.
9:126Non vedono forse che vengono messi alla prova una o due volte all’anno? Però non si volgono in pentimento e non prestano alcun ascolto.
9:127Ogni volta che viene rivelata una sura, si guardano gli uni con gli altri, dicendo: “Avete visto forse qualcuno?”, e poi si allontanano. Dio ha allontanato i loro cuori dalla luce perché sono un popolo che non comprende.
9:128Ora vi è giunto un profeta dalla vostra stessa gente. Lo addolora che voi dobbiate perire, è ansioso per voi ed è gentile e misericordioso verso i credenti.
9:129Se costoro però si volgono indietro. Dì: “Dio è sufficiente per me. Non c’è altro dio che Lui. In Lui ripongo la mia fiducia. Egli è il Signore del Trono Supremo”.



Share this Surah Translation on Facebook...