Quantcast
Ads by Muslim Ad Network









al-A`raf Farsi:: Ghodratollah Bakhtiari Nejad 

Ayat
7:1Alif, Lam, Mim, Sad
7:2Un Libro ti è stato rivelato. Che il tuo cuore non sia più oppresso da nessuna ansia. Che attraverso di esso tu possa ammonire ed insegnare ai credenti:
7:3Seguite, o uomini, la rivelazione che vi è stata inviata dal vostro Signore, e non sceglietevi come maestri altri che Lui”. Eppure poco ricordate dell’ammonizione.
7:4Quante città abbiamo già distrutto a causa dei loro peccati? La nostra punizione li colse improvvisamente di notte, mentre dormivano, o nel pomeriggio.
7:5Quando la Nostra punizione li colse, non levarono alcun grido tranne: “Invero siamo stati degli ingiusti”.
7:6Allora interrogheremo coloro, a cui è stato inviato il Nostro Messaggio e coloro per mezzo dei quali lo abbiamo inviato.
7:7In verità, riporteremo la loro intera storia secondo una perfetta conoscenza, perché non siamo mai stati assenti.
7:8La bilancia quel Giorno sarà conforme al vero e coloro per i quali i piatti saranno pesanti di buone azioni, invero prospereranno.
7:9Coloro i cui piatti saranno leggeri, troveranno le loro anime nella perdizione, perché hanno rifiutato volontariamente i Nostri messaggi.
7:10Siamo stati Noi che vi abbiamo posto con autorità sulla terra e vi abbiamo concesso i mezzi per vivere, eppure così poco siete riconoscenti.
7:11Siamo stati Noi che vi abbiamo creato e vi abbiamo dato una forma. Poi abbiamo ordinato agli angeli di prosternarsi davanti ad Adamo e loro si prosternarono, ma non Iblis. Egli rifiutò di essere uno di coloro che si prosternano.
7:12Dio disse: “Che cosa ti ha impedito di prosternarti, quando ti è stato comandato? Rispose: “Io sono migliore di lui. Mi hai creato dal fuoco, mentre lui è stato creato dalla argilla”.
7:13Dio disse: “Scendi da qui. Non hai il diritto di essere arrogante. Vai via perché sei la più vile delle creature”.
7:14Egli disse: “Concedimi una tregua fino al giorno in cui saranno sollevati dalle tombe”.
7:15Dio rispose: “Sii tra coloro a cui è concessa una tregua”.
7:16Egli disse: “Dal momento che Tu mi hai allontanato dalla Via, io mi apposterò per tendere loro agguati sulla Retta Via.
7:17Li assalirò davanti e dietro, a destra e a sinistra. Non troverai nella maggior parte di loro nessuna gratitudine verso la Tua misericordia”.
7:18Dio disse: “Allontanati da qui, disgraziato e reietto. Se qualcuno di loro ti segue, riempirò l’Inferno con voi tutti”.
7:19O Adamo, abita tu e tua moglie nel giardino e godete di ciò che desiderate, ma non avvicinatevi a questo albero, oppure sareste tra gli ingiusti”.
7:20Poi Satana cominciò a sussurrare loro, al fine di rivelare la loro vergogna nascosta. Disse: “Il vostro Signore vi ha proibito questo albero affinché che non diventiate angeli oppure altri esseri immortali”.
7:21Poi giurò ad entrambi che era il loro sincero consigliere.
7:22Così attraverso l’inganno provocò la loro caduta. Quando mangiarono dell’albero, la loro vergogna divenne manifesta ed iniziarono a cucire insieme le foglie del giardino per coprire i loro corpi. Poi il loro Signore li chiamò: “Non vi ho forse proibito quell’albero e detto che Satana per voi è un nemico manifesto?”.
7:23Risposero: “Signore nostro! Abbiamo peccato contro le nostre stesse anime. Se non ci perdoni e non ci concedi la Tua misericordia, saremo sicuramente perduti”.
7:24Dio disse: “Discendete, nemici gli uni degli altri. La terra sarà la vostra dimora e il vostro mezzo di sostentamento per un certo tempo”.
7:25Lì vivrete e lì morirete. Alla fine però ne sarete tratti fuori”.
7:26O Figli di Adamo! Vi abbiamo concesso un abito con cui coprire la vostra vergogna e che sia per voi anche un ornamento, ma l’abito delle devozione è il migliore. Questo è un segno di Dio, così che possiate essere ammoniti”.
7:27O figli di Adamo! Che Satana non vi seduca così come ha sedotto i vostri progenitori e li ha fatti allontanare dal Giardino e li ha privati dell’abito (del timore di Dio) per esporre la loro vergogna. Egli e la sua tribù vi osservano da una posizione dalla quale non li potete vedere. Abbiamo reso i demoni amici di coloro che non hanno fede.
7:28Quando compiono qualcosa di vergognoso, affermano: “I nostri antenati si comportavano in questo modo e Dio ci ha ordinato di comportarci così”. Dì: “Dio non comanda mai ciò che è vergognoso. Affermate forse di Lui ciò che non conoscete?”
7:29Dì: “Il Mio Signore ha comandato la giustizia. Ponetevi davanti a Lui e rivolgete verso di Lui la vostra devozione. InvocateLo rendendo sincera la vostra devozione. Egli vi ha creato e a Lui ritornerete.
7:30Egli ha guidato alcuni, mentre altri per la loro condotta meritano di aver smarrito la Via, perché hanno preso i demoni, preferendoli a Dio, per amici e protettori, pensando di ricevere la Guida.
7:31O Figli di Adamo! Indossate le vostre vesti più belle ad ogni tempo e luogo della preghiera. Mangiate e bevete, ma non eccedete, perché Dio non ama coloro che eccedono.
7:32Dì: “Chi ha proibito i meravigliosi doni di Dio, che Egli ha prodotto per i Suoi servi, e le cose, chiare e pure, che Egli vi ha concesso per sostentarvi? Dì: “Questi doni sono per la gente che crede nella vita di questo mondo e nel Giorno del Giudizio. Così Noi spieghiamo nel dettaglio i segni per coloro che comprendono”.
7:33Dì: “Il mio Signore ha proibito gli atti vergognosi, compiuti sia apertamente che in segreto, i peccati e la ribellione contro la verità o la ragione, assegnare a Dio dei consimili, per cui non avete ricevuto alcuna autorità, e pronunciare cose riguardo a Dio di cui non possedete alcuna conoscenza.
7:34Per ogni popolo abbiamo stabilito un termine. Quando il loro termine è arrivato, non possono allungarlo nemmeno di un’ora così come non possono nemmeno anticiparlo.
7:35O Figli di Adamo! Ogni volta che giunge da voi un messaggero che vi porta i Miei Segni, coloro che sono retti ed emendano la loro vita, non dovranno avere alcuna paura e nemmeno dovranno addolorarsi.
7:36Ma coloro che respingono i Nostri segni e li trattano con arroganza, sono compagni del Fuoco, dove sarà la loro dimora.
7:37Chi commette una maggiore ingiustizia di colui che mente contro Dio o respinge i Suoi segni? Per questo, la porzione che spetta loro li raggiungerà dal decreto, fino a quando, all’arrivo dei Nostri messaggeri che prendono le loro anime, dicono: “Dove sono coloro che eravate soliti invocare, oltre a Dio?”. Risponderanno: “Ci hanno lasciato”. Così recheranno testimonianza contro se stessi coloro che hanno rifiutato la Verità.
7:38Egli dirà: “Entrate nel Fuoco in compagnia di coloro che sono morti prima di voi, uomini e jinn. Ogni volta che nuove persone entrano, maledicono quelle che ci si trovano precedentemente, fino a quando non seguono gli uni gli altri, tutti nel Fuoco. L’ultimo riguardo al primo dice: “Signore Nostro! Sono stati loro che ci hanno indotto a deviare, così assegna loro una doppia punizione nel Fuoco”. Egli dirà: “Ognuno di voi merita una doppia punizione, anche se non lo sapete”.
7:39Allora il primo dirà all’ultimo: “Certo voi non siete stati migliori di noi. Così gustate la punizione per ciò che avete compiuto!”.
7:40A Coloro che respingono i Nostri Segni e li trattano con arroganza, non saranno aperte le porte del Paradiso e nemmeno entreranno nel Giardino, proprio come un filo spesso e ritorto non può entrare nella cruna di un ago. Questa è la Nostra ricompensa per coloro che costringono gli altri a rifiutare il Nostro messaggio.
7:41Per loro c’è il Fuoco, che li coprirà come coperte. Questa è la nostra ricompensa per coloro che agiscono ingiustamente.
7:42Non carichiamo un’anima con ciò che è incapace di sopportare. Coloro che credono e compiono opere di bene saranno Compagni del Giardino, dove dimoreranno per sempre.
7:43Rimuoveremo dai loro cuori ogni persistente sensazione di ingiustizia subita. Sotto di loro ci saranno dei fiumi che scorrono e diranno: “Sia lode a Dio che ci ha guidato verso questa felicità. Non avremmo mai trovato la Guida se non fosse stato per Dio. In verità, questa è stata la verità che i Messaggeri del nostro Signore ci hanno portato”. E loro udranno il grido: “Siete stati fatti eredi dei giardini che vi sono davanti, per le vostre opere di bene”.
7:44I Compagni del giardino chiameranno i compagni del Fuoco: “Abbiamo trovato la promessa del Nostro Signore vera. Avete anche voi trovato vera la promessa del vostro Signore?” Risponderanno: “Sì”, ma qualcuno griderà: “La maledizione di Dio è su coloro che agiscono in modo malvagio”.
7:45Coloro che impediscono agli uomini di seguire il sentiero di Dio e cercavano di trovare in esso qualche tortuosità, sono coloro che negano l’Altra Vita.
7:46In mezzo a loro sarà posto un velo, sulle altezze ci saranno uomini che riconosceranno dai loro lineamenti. Costoro chiameranno i Compagni del Giardino, dicendo: “Pace su di voi”, ma non potranno entrare, anche se lo desiderano.
7:47Quando i loro occhi saranno rivolti verso i Compagni del Fuoco, diranno: “Signore Nostro! Non ci porre in compagnia di coloro che compiono il male!”
7:48Coloro che posseggono questa abilità di discernimento grideranno verso coloro che riconoscono attraverso i loro segni (come peccatori), dicendo: “Di quale profitto è stato ciò che avete accumulato e i vostri modi arroganti?”.
7:49Non sono questi gli uomini che –giuravate- non sarebbero mai stati raggiunti dalla misericordia di Dio? Entrate nel Giardino, non abbiate paura e non addoloratevi.
7:50I Compagni del Fuoco chiameranno i Compagni del Giardino: “Gettate acqua o qualcosa che Dio vi dona per il vostro sostentamento”. Loro però diranno: “Entrambe le cose sono state proibite da Dio per i miscredenti”.
7:51Costoro consideravano la loro religione con derisione e come una vana occupazione e sono stati ingannati dalla vita di questo mondo. Quel Giorno ci dimenticheremo di loro proprio come loro hanno dimenticato questo giorno e come erano pronti a respingere i Nostri segni.
7:52Noi abbiamo inviato loro un Libro fondato sulla conoscenza, che spieghiamo nel dettaglio, una guida ed una misericordia per coloro che credono.
7:53Aspettano forse per l’adempimento finale dell’evento? Il Giorno in cui l’evento sarà adempiuto, coloro che lo hanno ignorato prima diranno: “I messaggeri del nostro Signore ci hanno detto il Vero. Abbiamo forse qualcuno che possa intercedere adesso per noi? Oppure possiamo essere rimandati indietro? Agiremo diversamente da come abbiamo agito in passato”. Costoro avranno perduto le loro anime e ciò che avranno inventato li avrà abbandonati.
7:54Il vostro Signore è Dio, che ha creato i cieli e la terra in sei giorni e poi si è stabilito sul Trono dell’Autorità. Egli fa scendere come un velo la notte sul giorno, uno segue l’altro in rapida successione. Egli ha creato il sole, la luna, e le stelle, governati tutti da leggi che rispondono al Suo Comando. Non è forse a Lui che appartengono la creazione e il governo? Che sia benedetto Dio, il Signore dei Mondi.
7:55Invocate il vostro Signore con umiltà e nella segretezza dei vostri cuori perché Dio non ama coloro che superano i limiti.
7:56Non spargete corruzione sulla terra, dopo che è stata ordinata, ma rivolgetevi a Lui con timore e desiderio del cuore, perché la misericordia di Dio è sempre vicina a coloro che compiono il bene.
7:57Egli è Colui che invia i venti come messaggeri di buone novelle, che precedono la Sua misericordia. Quando hanno portato con sé le nuvole cariche di pioggia, le spostiamo verso una terra che era morta, facciamo sì che piova e poi produciamo ogni tipo di raccolto. In questo modo faremo resuscitare chi è morto. Che possiate forse ricordare.
7:58Dalla terra che è pulita e buona, per la volontà del suo Signore, crescono diverse quantità di erbe. Invece, dalla terra che è cattiva, non spunta nulla, se non a stento. In questo modo, Noi spieghiamo i segni attraverso diversi simboli per coloro che sono riconoscenti.
7:59Inviammo Noè al suo popolo. Egli disse: “O popolo mio! Adorate Dio! Non avete altro dio che Lui. Io temo per voi la punizione di un Giorno Terribile”.
7:60I nobili del suo popolo risposero: “Vediamo chiaramente che ti sei perduto nell’errore”.
7:61Egli disse: “O popolo mio! La mia mente non si è perduta nell’errore. Al contrario, sono un messaggero dal Signore dei Mondi.
7:62Compio verso di voi i doveri della missione che mi è stata assegnata da parte del mio Signore. Dio mi ha fatto conoscere qualcosa che, invece, voi ignorate.
7:63Vi meravigliate che sia giunto a voi un messaggio dal vostro Signore, attraverso un uomo del vostro stesso popolo, per ammonirvi, così che possiate temere Dio e ricevere la Sua Misericordia?”
7:64Però costoro lo hanno respinto e Noi abbiamo salvato lui e coloro che si trovavano con lui nell’arca. Invece abbiamo lasciato che fossero sommersi nei flutti coloro che hanno respinto i Nostri segni. Costoro erano in verità un popolo di ciechi.
7:65Agli Ad abbiamo inviato Hud, uno dei loro stessi fratelli. Egli disse: “O popolo mio! Adorate Dio! Non avete altro dio che Lui. Non Lo temerete forse?”
7:66I notabili del suo popolo, che erano dei miscredenti, dissero: “Ah! Tu sei un debole di intelletto e anche un bugiardo”.
7:67Rispose: “O popolo mio! Non sono un debole di intelletto, ma sono un Messaggero del Signore dei Mondi.
7:68Compio verso di voi i doveri della mia missione e sono per voi un ammonitore degno di fiducia.
7:69Vi meravigliate che sia venuto a voi un messaggio attraverso un uomo del vostro stesso popolo per ammonirvi? Ricordate che vi ha fatto eredi dopo il popolo di Noè e vi ha dato un alto rango tra le nazioni. Ricordate i benefici che avete ricevuto da Dio, così che possiate prosperare”.
7:70Dissero: “Sei venuto da noi, così che possiamo adorare solo Dio e abbandonare la religione dei nostri padri? Portaci ciò di cui ci minacci, se sei sincero”.
7:71Rispose: “La punizione e l’ira sono già giunti su di voi dal nostro Signore. Discutete con me sui nomi che avete inventato, voi e i vostri padri, senza averne alcuna autorità? Allora aspettate. Io sono tra di voi solo per ammonirvi”.
7:72Noi abbiamo salvato lui e coloro che erano con lui attraverso la Nostra Misericordia, e abbiamo estirpato le radici di coloro che respingono i Nostri segni e non credono.
7:73Ai Thamud abbiamo inviato Salih, uno dei loro stessi fratelli: “O popolo mio! Adorate Dio. Voi non avete altro dio che Lui. Ora è giunto da voi un chiaro segno dal vostro Signore! Questa femmina di cammello, che proviene da Dio, è un segno per voi. Così lasciate che bruchi nella terra di Dio e state attenti che non le accada alcun male o sarete colti da una severa punizione.
7:74Ricordate di come vi abbiamo reso eredi dopo il popolo degli Ad e vi abbiamo dato abitazioni sulla terra. Costruite palazzi e castelli in aperti spazi e ricavate case dalle montagne. Ricordate i benefici che avete ricevuto da Dio e trattenetevi dallo spargere il male e la corruzione sulla terra.
7:75I notabili del popolo, che erano degli arroganti, dissero agli oppressi fra quelli che avevano creduto: “Sapete che Salih è un messaggero del suo Signore?”. Risposero: “Noi crediamo invero nella rivelazione che è stata inviata per mezzo suo”.
7:76Il partito degli arroganti disse: “Per quanto ci riguarda, respingiamo ciò in cui voi credete”.
7:77Così uccisero la femmina di cammello e in modo insolente trasgredirono l’ordine del loro Signore, dicendo: “O Salih! Concretizza le tue minacce, se sei un messaggero di Dio”.
7:78Il terremoto li colse impreparati e giacquero prostrati nelle loro case al mattino.
7:79Così Salih si volse via da loro, dicendo: “O popolo mio! Vi ho portato il messaggio per cui sono stato inviato dal mio Signore. Vi ho dato un buon consiglio, ma voi non amate chi vi consiglia!”.
7:80Abbiamo anche inviato Lot. Egli disse al suo popolo: “Commettete degli atti così osceni che non sono mai stati commessi da nessuno prima di voi?”.
7:81Perché cercate la soddisfazione del vostro desiderio negli uomini preferendoli alle donne? Voi siete in verità un popolo, che ha passato ogni limite.
7:82Il suo popolo non rispose altro che: “Scacciamoli dalla nostra città. Questi sono uomini che vogliono mantenersi puliti e puri!”
7:83Però Noi abbiamo salvato lui e la sua famiglia, tranne sua moglie, che fu tra coloro che rimangono indietro.
7:84Abbiamo fatto cadere su di loro una pioggia di meteoriti. Ora vedi quale è la fine di coloro che si danno al peccato e al crimine.
7:85Al popolo di Madian abbiamo inviato Shu’ayb, uno dei loro stessi fratelli. Egli disse: “O popolo mio! Adorate Dio. Non avete altro dio che Lui. Ora sono giunti da voi dei chiari segni. Date la giusta misura e non negate alle persone ciò che è loro diritto possedere e non spargete corruzione sulla terra, dopo che è stata posta nel giusto ordine. Questo sarà meglio per voi, se avete fede”.
7:86Non appostatevi su ogni strada, ponendo agguati, trattenendo dalla via di Dio coloro che credono in Lui e cercando in essa qualcosa di tortuoso. Invece ricordate come eravate pochi ed Egli ha aumentato il vostro numero e ricordate quale è stata la fine di coloro che hanno commesso il male.
7:87Se c’è un partito tra di voi che crede nel messaggio che vi è stato inviato ed un gruppo che invece non crede, siate pazienti nei tempi difficili fino a quando Dio non avrà deciso tra di noi. Egli è il migliore dei giudici”.
7:88I nobili, gli arroganti tra i suo popolo, dissero: “O Shu’ayb! Vi scacceremo dalla nostra città, tu e coloro che credono insieme a te, se non ritornerete ai nostri costumi e alla nostra religione”. Rispose: “Anche se li detestiamo?
7:89Se tornassimo sui nostri passi, dopo che Dio ci ha soccorso, saremo colpevoli di blasfemia. Sarebbe inconcepibile farvi ritorno, a meno che questo non sia il piano di Dio, Signore Nostro. Il nostro Signore può cogliere gli aspetti più intimi e remoti di ogni cosa attraverso la Sua conoscenza. Noi riponiamo la nostra fede in Dio, Signore Nostro! Decidi tra noi e il nostro popolo nella verità, perché tu sei il migliore dei giudici”.
7:90I nobili, i miscredenti tra il suo popolo dissero: “Se seguissimo Shu’ayb, sicuramente saremmo rovinati!”.
7:91Però il terremoto li colse, mentre non erano preparati, e giacquero prostrati nelle loro case prima del mattino!
7:92E gli uomini, che respinsero Shu’ayb, (scomparvero), come se non fossero mai stati nelle case dove avevano prosperato. Furono gli uomini, che avevano respinto Shu’ayb, ad essere condannati alla rovina.
7:93Così Shu’ayb li lasciò, dicendo: “O popolo mio! Io vi ho portato il messaggio per cui sono stato inviato dal mio Signore. Io vi do un buon consiglio, ma come potrei ora affliggermi per coloro che hanno negato la verità?”.
7:94Non abbiamo mai inviato un profeta in una città, senza che i suoi abitanti fossero colpiti da sofferenze e da avversità, al fine che possano imparare ad essere umili.
7:95Poi abbiamo mutato la loro sofferenza in prosperità fino a quando sono cresciuti, si sono moltiplicati ed hanno iniziato a dire: “Anche i nostri padri furono toccati da disgrazie e da periodi prosperi..”, così Noi li cogliemmo improvvisamente mentre non se lo aspettavano.
7:96Se gli abitanti di queste comunità avessero creduto e temuto Dio, avremo inviato loro ogni tipo di benedizione dai cieli e dalla terra, ma hanno respinto il vero e li colpimmo per le loro azioni.
7:97Forse gli abitanti delle città si erano sentiti al sicuro contro il sopraggiungere della Nostra ira di notte, quando erano addormentati?
7:98Oppure si sono sentiti al sicuro contro il sopraggiungere della Nostra ira alla piena luce del giorno, mentre si divertivano senza pensieri?
7:99Si sono poi sentiti sicuri contro il piano di Dio? Però, nessuno si può sentire al sicuro dal piano di Dio, eccetto coloro che sono condannati alla rovina!
7:100Coloro che successivamente hanno ricevuto la terra in eredità non sanno forse che, se Noi lo avessimo voluto, li avremmo potuti punire per i loro peccati e avremmo potuto sigillare i loro cuori, così che non avrebbero più potuto udire?
7:101Queste erano le città, di cui ti abbiamo raccontato la storia. Vennero da loro dei messaggeri con chiari segni. Però costoro non avrebbero creduto ciò che precedentemente avevano respinto. In questo modo Dio sigilla i cuori di coloro che respingono la fede.
7:102Trovammo la maggior parte di loro non fedeli ai propri patti. Molti li trovammo ribelli e disubbidienti.
7:103Poi, dopo di loro, abbiamo inviato Mosè con i Nostri Segni al Faraone e ai suoi capi, ma costoro li hanno respinti. Guarda quale è stata la fine di coloro che hanno compiuto il male.
7:104Mosè disse: “O Faraone! Io sono un messaggero del Signore dei Mondi!
7:105Ho il diritto di dire solo la verità riguardo a Dio. Sono venuto con un chiaro segno, lascia quindi che i Figli d’Israele partano via con me.
7:106Il Faraone disse: “Se sei veramente venuto con un segno, mostralo, se ciò che affermi è vero!”
7:107Poi Mosè gettò il suo bastone ed era un serpente, che tutti videro chiaramente.
7:108Poi allungò la mano, apparve bianca a tutti coloro che la osservavano.
7:109I nobili dal popolo del Faraone dissero: “Questo è un mago esperto.
7:110Vuole scacciarci dalla nostra terra. Che cosa faremo?”.
7:111Poi disse: “Teniamo lui e suo fratello in sospeso per un poco ed inviamo alle città dei messaggeri per radunare
7:112e portarci tutti i maghi più abili”.
7:113I maghi giunsero presso il Faraone e dissero: “Saremo degni di una grande ricompensa, se saremo vincitori?”
7:114Rispose: “Sì, vi concederò anche di più. Sarete annoverati tra coloro che mi sono più vicini”.
7:115Loro dissero: “O Mosè, getterai tu per primo ciò che hai da gettare?”.
7:116Mosè rispose: “Fatelo prima voi”. Così, quando lo fecero, ingannarono gli occhi delle persone e furono colti da terrore, perché mostrarono un grande incantesimo.
7:117Ponemmo nella mente di Mosè attraverso l’ispirazione: “Getta ora il tuo bastone”, ed ecco ingoiò tutte le falsità che avevano falsamente creato.
7:118Così la Verità venne confermata e tutto ciò che avevano compiuto non ebbe alcun effetto;
7:119svanirono e subirono una cocente umiliazione.
7:120Invece, i maghi caddero prosternati in adorazione,
7:121dicendo: “Crediamo nel Signore dei Mondi,
7:122il Signore di Mosè e di Aronne”.
7:123Il Faraone disse: “Credete in Lui prima che io vi abbia dato il permesso? Sicuramente questo è un inganno che avete architettato nella città per far uscire i suoi abitanti, ma presto ne conoscerete le conseguenze.
7:124Siate sicuri che vi taglierò le mani e i piedi a causa della vostra perversione e vi farò morire sulla croce”.
7:125Risposero: “Ci volgiamo verso il nostro Signore.
7:126Cerchi di vendicarti contro di noi semplicemente perché abbiamo creduto nei segni del Nostro Signore, quando ci sono giunti. Signore Nostro! Concedici pazienza e costanza e chiama a te le nostre anime come musulmani”.
7:127I nobili del popolo del Faraone dissero: “Lasceresti che Mosè e il suo popolo spargano la corruzione sulla terra e abbandonino te e i tuoi dei?” Egli disse: “I loro figli maschi dovranno essere uccisi, solo le femmine rimarranno in vita. Abbiamo su di loro un potere completo”.
7:128Mosè disse al suo popolo: “Pregate per ricevere aiuto da Dio e attendete con pazienza e costanza. La terra appartiene a Dio e Lui la concede in eredità ai Suoi servi che desidera. Il futuro appartiene a coloro che Lo temono”.
7:129Dissero: “Siamo stati perseguitati per lungo tempo, prima o dopo che sei giunto da noi”. Egli rispose: “Potrebbe accadere che il vostro Signore distruggerà i nostri nemici, rendendovi eredi della terra. In questo modo, Egli vi potrà provare attraverso le vostre azioni”.
7:130Abbiamo punito il popolo del Faraone con anni di miseria e scarsità nei raccolti, affinché potessero ricevere il Monito.
7:131Invece, quando giunsero tempi migliori, dissero: “Questo accade per merito nostro”. Quando invece sono stati colti dalla calamità, l’ hanno ascritta a Mosè e a coloro che si trovavano con lui! In verità, la loro (cattiva) fortuna è stata decretata da Dio, ma la maggior parte di loro non comprende.
7:132Dissero a Mosè: “Qualsiasi sia il segno che ci rechi o qualsiasi incantesimo, non crederemo mai in te”.
7:133Così abbiamo inviato contro di loro delle piaghe: inondazioni, locuste, pidocchi, rane e sangue. Segni chiari, ma costoro erano profondamente arroganti, un popolo dedito al peccato.
7:134Ogni volta che il castigo cadeva su di loro, dicevano: “O Mosè! Chiama il tuo Signore per noi in virtù della promessa che ti ha fatto. Se rimuoverai da noi questa penalità, crederemo sicuramente in te, e lasceremo andare via i Figli d’Israele”.
7:135Però ogni volta che Noi rimuovemmo un castigo secondo un termine prestabilito, che avrebbero dovuto onorare, non hanno mai mantenuto la parolao la lor la loro parolaieme a te.ionerano295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295295.
7:136Così Noi abbiamo messo in atto la vendetta e Li abbiamo affogati nel mare, perché hanno rifiutato i Nostri Segni e non sono riusciti a ricavare da loro alcun avvertimento.
7:137Noi abbiamo reso coloro, che erano considerati deboli e senza importanza, eredi della terra sia in Oriente sia in Occidente, terre, su cui abbiamo inviato le Nostre benedizioni. La promessa del tuo Signore è stata mantenuta per i Figli di Israele, perché hanno avuto pazienza e costanza. Poi rademmo al suolo le grandi opere e i meravigliosi palazzi che il Faraone ed il suo popolo avevano costruito con orgoglio.
7:138Abbiamo condotto i Figli di Israele attraverso il mare in piena sicurezza. Poi incontrarono un popolo, che era interamente devoto all’adorazione di alcuni idoli e così dissero: “O Mosè, facci un dio come quello in loro possesso”. Egli disse: “In verità, voi siete un popolo d’ignoranti.
7:139Per quanto riguarda costoro, quanto compiono è destinato alla distruzione, mentre l’adorazione che praticano è del tutto vana.
7:140Disse: “Dovrei forse cercare per voi un dio diverso dal Vero Dio, quando Egli è Colui che vi ha favorito rispetto agli altri popoli?”.
7:141Ricordate che vi abbiamo soccorso dal popolo del Faraone, che vi ha afflitto con la peggiore delle pene: ha ucciso i vostri figli maschi e ha lasciato in vita solo le femmine. Questa fu una tremenda prova da parte del vostro Signore”.
7:142Noi abbiamo stabilito per Mosè trenta notti e abbiamo completato il periodo con dieci notti in più. Così venne completato il tempo con il suo Signore di quaranta notti. Mosè aveva detto a suo fratello Aronne, prima di salire sul monte: “Agisci in vece mia presso il mio popolo. Agisci secondo giustizia e non seguire la via di coloro che spargono la corruzione”.
7:143Quando Mosè giunse al luogo che avevamo stabilito e il suo Signore si rivolse a lui, disse: “O mio Signore! Mostrati a me, che io possa vederti”. Dio disse: “Non puoi vedermi direttamente in nessun modo, ma guarda sul monte. Se rimane al suo posto, mi vedrai”. Quando il suo Signore manifestò la Sua gloria sul monte, lo rese come polvere e Mosè cadde a terra svenuto. Quando riprese i sensi, disse: “Sia gloria a Te. Mi volgo a Te in pentimento e sono il primo di coloro che credono”.
7:144Dio disse: “O Mosè! Io ti ho scelto tra tutti gli uomini per la missione che ti ho affidato e le parole che ti ho comunicato. Prendi quindi questa rivelazione che ti affido, e sii tra coloro che rendono grazie”.
7:145Noi abbiamo scritto ogni cosa per lui nelle Tavole, che insieme comandano e spiegano. Dicemmo: “Prendile e tienile con fermezza e consiglia al tuo popolo di mantenersi saldo ai migliori precetti. Presto ti mostrerò il destino di coloro che si sono mostrati disubbidienti”.
7:146Coloro che sulla terra si sono comportati in modo arrogante, disprezzando ogni diritto: li allontanerò dai Miei segni. Anche se vedessero tutti i segni, non crederebbero in loro. E, se vedessero la via della retta condotta, non l’adotteranno come propria. Però, se vedranno la via dell’errore, la sceglieranno, perché hanno respinto i Nostri segni e non ne sono stati ammoniti.
7:147Vane sono le azioni di coloro che respingono i Nostri segni e l’incontro nell’Altra Vita. Possono accettare di essere ricompensati, se non per ciò che avranno compiuto?
7:148Il popolo di Mosè, in sua assenza, fece con i loro ornamenti l’immagine di un vitello da adorare. Non si rendevano conto che non poteva parlare loro né mostrare loro la Via? Lo adorarono perché erano ingiusti.
7:149Quando si pentirono, e videro che avevano errato, dissero: “Se il nostro Signore non mostra alcuna misericordia verso di noi e non ci perdona, saremo sicuramente tra coloro che periscono”.
7:150Quando Mosè tornò dal suo popolo, adirato ed addolorato, disse: “Orribile è ciò che avete compiuto in mia assenza. Volete forse affrettare il giudizio del vostro Signore?”. Egli poggiò a terra le tavole e prese suo fratello per i capelli e lo attirò a sé. Aronne disse. “Figlio di mia madre! Il popolo si è ribellato contro di me e mancava poco che mi uccidessero. Non far sì che i miei nemici si rallegrino della mia sfortuna e non annoverarmi tra coloro che sono dediti al peccato”.
7:151Mosè pregò: “Signore, perdona me e mio fratello! Ammettici alla Tua misericordia! Tu sei il più misericordioso di coloro che mostrano misericordia”.
7:152Coloro che hanno adorato il vitello saranno colti dall’ira del loro Signore e dalla vergogna in questa vita. In questo modo ricompensiamo coloro che inventano delle falsità.
7:153Invece verso coloro che commettono il male, ma poi si pentono e credono fermamente, in verità il tuo Signore è Perdonatore, Misericordioso.
7:154Quando l’ira di Mosè si placò, riprese le Tavole. Nei loro scritti vi era una guida ed una misericordia per coloro che temono il loro Signore.
7:155Mosè scelse settanta tra il suo popolo per il Nostro luogo di incontro. Quando furono colti da un violento terremoto, pregò: “O mio Signore! Se fosse stata la Tua volontà avresti distrutto, molto tempo prima, sia loro che me. Vorresti forse distruggerci per le azioni commesse tra i più folli tra di noi? Questa non è altro che una Tua prova. Tu fai smarrire chi vuoi e guidi chi vuoi sulla Retta Via. Tu sei il Nostro protettore. Così perdonaci e mostraci la Tua Misericordia. Tu, in verità, sei il migliore di coloro che perdonano.
7:156Concedici ciò che è buono in questa vita e nell’Altra, perché ci siamo volti verso di te”. Egli rispose: “Visito chi voglio con la Mia punizione, ma la Mia misericordia si estende ad ogni cosa. Ordinerò quella misericordia per coloro che compiono il bene e praticano una carità regolare e coloro che credono nei Nostri segni”.
7:157Coloro che seguono il Messaggero, il Profeta illetterato, che trovano menzionato nelle loro stesse scritture, nella Torah e nel Vangelo, che comanda loro ciò che è giusto e proibisce loro ciò che è malvagio e concede loro come lecito ciò che è buono e li induce ad astenersi da ciò che è male, Egli li libererà dai pesanti fardelli e dai gioghi che li opprimono. Coloro che crederanno in lui, lo onoreranno, lo aiuteranno e seguiranno la Luce che è scesa insieme a Lui, sono coloro che in verità prospereranno.
7:158Dì (Profeta): “O uomini! Sono stato inviato da voi come Messaggero di Dio, Cui appartiene il dominio dei cieli e della terra. Non c’è altro dio che Lui. Egli dà la vita e la morte. Così credete in Dio e nel Suo Messaggero, il profeta illetterato, che ha creduto in Dio e nelle Sue parole. Seguitelo, così che possiate essere ben guidati.
7:159Tra il popolo di Mosè ci sono coloro che guidano e praticano la giustizia alla luce della verità.
7:160Li abbiamo divisi in dodici tribù o nazioni. Abbiamo guidato Mosè per ispirazione, quando il suo popolo assetato gli domandò dell’acqua: “Colpisci la roccia con il tuo bastone, da cui sgorgarono dodici ruscelli. Ogni tribù seppe in quale luogo poteva recarsi per bere. Noi demmo loro l’ombra delle nuvole e inviammo loro manna e quaglie, dicendo: “Mangiate di ciò che vi abbiamo dato, ma si ribellarono. Non hanno nuociuto a noi, ma hanno nuociuto alle loro stesse anime”.
7:161Ricorda che è stato detto loro: “Dimorate in questa città e mangiate ciò che desiderate, ma parlate con umiltà ed entrate per la porta in una posa umile. Perdoneremo i vostri peccati, ed aumenteremo quanto spetta a coloro che compiono il bene”.
7:162Però coloro che trasgrediscono mutarono la parola, che avevamo dato loro, e così inviammo una piaga dal cielo perché avevano ripetutamente trasgredito.
7:163(Profeta) domanda loro della città che si trova vicina al mare. Trasgredirono il Sabato, perché in questo giorno i loro pesci giungevano e sporgevano il capo fuori dall’acqua. Invece, nei giorni diversi dal sabato, non arrivavano. Li mettemmo alla prova in questo modo perché erano dediti alla trasgressione.
7:164Quando alcuni di loro dissero: “Perché predicate a coloro che Dio distruggerà o visiterà con una terribile punizione?” I predicatori risposero: “Per compiere i doveri che abbiamo verso il nostro Signore e affinché questi peccatori possano temerLo”.
7:165Quando ignorarono gli ammonimenti che erano stati inviati loro, Noi abbiamo soccorso coloro che proibivano il male, ma abbiamo visitato i malvagi con una terribile punizione, perché erano dediti alla trasgressione.
7:166Quando nella loro insolenza, continuarono a compiere quanto era stato loro proibito, Noi dicemmo: “Siate come scimmie, disprezzate e reiette”.
7:167Il tuo Signore ha dichiarato che Egli invierà contro di loro, nel Giorno del Giudizio, coloro che li affliggeranno con punizioni terribili. Il tuo Signore è veloce nella retribuzione, ma Egli è anche Perdonatore, Misericordioso.
7:168Li abbiamo dispersi come comunità (separate) su tutta la terra. Tra di loro ci sono alcuni che sono retti e alcuni che, invece, sono l’opposto. Li abbiamo provati con la prosperità e l’avversità, al fine che si possano volgere (sulla Retta Via).
7:169Dopo di loro succedette una generazione malvagia. Costoro ereditarono il Libro, ma scelsero per se stessi le vanità di questo mondo, dicendo: “Ogni cosa ci sarà perdonata”. Se simili vanità venissero sulla loro via, le seguirebbero di nuovo. Non è forse stato stretto con loro il patto che non avrebbero attribuito a Dio nulla, se non la verità? Non hanno forse studiato ciò che si trovava nel Libro? Per i retti migliore è la dimora dell’Altro Mondo. Non comprenderanno?
7:170Per coloro che si attengono al Libro con fermezza e stabiliscono preghiere regolari, Noi non permetteremo che la ricompensa dei giusti perisca.
7:171Quando scuotemmo il Monte sotto di loro, come se fosse stata un’ombra, e pensarono che stesse per crollare loro addosso, dicemmo: “Mantenetevi saldi a ciò che vi abbiamo dato, e ricordate loro ciò che contiene. Forse vi ricorderete di Dio, rivolgendovi verso di Lui.
7:172Quando il tuo Signore trasse dai lombi dei Figli di Adamo tutti i loro discendenti e li fece testimoniare su loro stessi, dicendo: “Non sono forse il vostro Signore, che vi ha creato e vi sostiene?” risposero: “Sì, lo testimoniamo”. [Vi ricordiamo questo], perché nel Giorno del Giudizio, non diciate: “Veramente eravamo immemori!”;
7:173oppure che non diciate: “I nostri padri prima di noi possono aver scelto dei falsi dei, mentre noi siamo i loro discendenti. Vorresti forse distruggerci per le falsità che hanno inventato?”.
7:174In questo modo spieghiamo i segni chiaramente e forse si volgeranno verso di Noi.
7:175Racconta loro la storia dell’uomo a cui inviammo i Nostri segni, ma egli non se ne curò. Satana allora lo seguì e lo sviò.
7:176Se fosse stata volontà Nostra, lo avremmo elevato con i Nostri segni, ma egli si mostrò incline verso la terra e seguì i propri vani desideri. Egli assomiglia ad un cane che ansima, sia che lo scacciate o che lo lasciate da solo. Questa è la similitudine di coloro che rifiutano i Nostri Segni. Così raccontate la storia affinché possiate riflettere.
7:177Le persone che respingono i Nostri messaggi sono un esempio del male, perché costoro stanno peccando contro se stessi.
7:178Colui, che Dio guida, si trova sulla Retta Via. Coloro, che Egli respinge dalla Sua Guida, periranno.
7:179Molti sono gli uomini ed i jinn che sono stati fatti per l’Inferno. Hanno cuori con cui non comprendono il Vero, hanno occhi con cui non vedono e hanno orecchie con cui non odono. Sono come il bestiame, ma ancora più deviati. Sono incuranti di ogni monito.
7:180A Dio appartengono i Nomi più belli. Così rivolgetevi a Lui con essi. Però allontanatevi da coloro che profanano i Suoi nomi. Per ciò che compiono, saranno presto ricompensati.
7:181Tra tutti quelli che abbiamo creato, ci sono coloro che dirigono gli altri con verità e dispensano la giustizia.
7:182Visiteremo gradualmente con la punizione coloro che respingono i Nostri segni in modi che non potranno percepire.
7:183Garantirò loro una tregua, perché il Mio piano è infallibile.
7:184Non riflettono? Il loro compagno non è colto da pazzia, ma è un eminente ammonitore.
7:185Non vedono nulla nel governo dei cieli e della terra ed in tutto ciò che Dio ha creato? Non si sono mai domandati se il loro termine potrebbe giungere alla fine? In quale messaggio, dopo di questo, crederanno?
7:186Per coloro che Dio rifiuta di guidare, non vi è alcuna Guida. Lui li abbandonerà brancolanti nella loro ribellione.
7:187Ti chiedono riguardo l’ultima Ora: “Quando giungerà?” Dì: “La conoscenza si trova con il mio Signore; solo Lui può rivelare quando accadrà. Sarà pesante sui cieli e sulla terra e vi coglierà all’improvviso”. Ti chiederanno se ne fossi avvertito, rispondi: “La conoscenza appartiene solo a Dio, ma la maggior parte degli uomini non lo comprende”.
7:188Dì: “Non ho alcun potere di beneficare o di nuocere a me stesso, eccetto per ciò che Dio vuole. Se possedessi la conoscenza dell’invisibile, avrei moltiplicato tutti i beni e nessun male mi avrebbe mai toccato. Sono solo un ammonitore e colui che reca la buona novella a coloro che hanno fede.
7:189Egli è Colui che vi ha creato da una singola anima e vi ha fatto compagni di eguale natura al fine che possiate dimorare con loro nell’amore. Quando sono uniti, lei porta un peso leggero e lo fa senza essere notata. Quando poi diventa pesante, entrambi pregano Dio, il Loro Signore: “Se ci concedi un bambino sano, saremo riconoscenti”.
7:190Però, quando Egli dona loro un bambino sano, cominciano a dare credito ad altri oltre Lui, ringraziardoli per ciò che Egli ha loro concesso. Dio è l’Eccelso, ben al di sopra di quanto Gli attribuiscono.
7:191In verità, Gli associano ciò che nulla può creare, ma sono loro stessi creati.
7:192Non possono dare alcun aiuto, né possono aiutare se stessi
7:193Se offriste (o credenti) la Guida a costoro, non risponderanno. È lo stesso, se la offrite o tacete.
7:194In verità, coloro che invocate insieme a Dio sono esseri creati come voi. Invocateli e fate si che ascoltino le vostre preghiere, se siete veritieri!
7:195Hanno forse dei piedi con cui camminano? O mani con le quali afferrano? O occhi con cui vedono? O orecchie con cui odono? Dì: “Invocate i vostri associati, tramate contro di me e non datemi tregua.
7:196Il mio protettore è Dio, Che ha rivelato il Libro. Egli sceglierà e proteggerà i devoti.
7:197Coloro che invocate accanto a Lui, sono incapaci di aiutarvi e di aiutare se stessi”.
7:198Se li chiamate per essere guidati, non odono. Anche se pensate che possano vedervi, in realtà non possono.
7:199Mostrati tollerante verso la natura umana, comanda ciò che è buono e allontanati da coloro che scelgono di rimanere ignoranti.
7:200Se una suggestione da Satana dovesse assaltare la tua mente, cercate rifugio in Dio perché Egli ode e conosce tutte le cose.
7:201I timorati, quando un pensiero proveniente da Satana li assale, si ricordano di Dio e cominciano a vedere le cose con chiarezza.
7:202I loro fratelli li spingono sempre più profondamente nell’errore e mai cessano.
7:203Se non compi alcun miracolo, dicono: “Perché non cerchi di compierne uno?”. Dì: “Seguo ciò che mi viene rivelato dal mio Signore. Questo Corano non è altro che una luce dal Signore, una Guida ed una Misericordia per coloro che hanno fede”.
7:204Quando viene letto il Corano, ascoltatelo con attenzione e tacete, che forse potrete ricevere misericordia.
7:205Tu ricorda il tuo Signore nella tua anima con umiltà e reverenza, senza alzare la voce, al mattino e alla sera e non essere tra i non curanti.
7:206Coloro che sono vicini al tuo Signore, non disdegnano di adorarLo, ma celebrano la Sua lode e si prosternano davanti a Lui.



Share this Surah Translation on Facebook...