Quantcast
Ads by Muslim Ad Network









al-Ma`idah Farsi:: Ghodratollah Bakhtiari Nejad 

Ayat
5:1O voi che credete! Rispettate i vostri obblighi. Come cibo vi sono concessi tutti gli animali da greggi con le eccezioni indicate. Gli animali cacciati non vi sono concessi quando siete nei Sacri Recinti oppure quando indossate la veste del pellegrino. Dio comanda secondo la Sua volontà e il Suo piano.
5:2O voi che credete! Non violate le leggi relative ai sacramenti di Dio, al sacro mese del pellegrinaggio, gli animali condotti per il sacrificio o le ghirlande che li contraddistinguono.. Non siate di ostacolo a coloro che si recano presso la Sacra Casa desiderando la grazia e il compiacimento del loro Signore. Però, quando non siete più nei Sacri Recinti e non indossate più la veste del pellegrino, potete cacciare e non lasciate che l’odio verso coloro che vi hanno vietato l’ingresso della Sacra Moschea, vi conduca alla trasgressione. Aiutatevi gli uni con gli altri in pietà e rettitudine, ma non supportatevi a vicenda nel peccato e nel rancore. Temete Dio perché Egli è severo nella punizione.
5:3Vi sono proibiti come cibo: la carne dell’animale morto, il sangue, la carne suina, e ciò su cui è stato invocato un altro nome rispetto a quello di Dio, l’animale che è stato ucciso per strangolamento, o con un colpo violento, quello morto per una caduta, quello incornato o quello che è stato parzialmente mangiato da una belva feroce, a meno che prima della morte non l’abbiate sgozzato con il rito apposito, e l’animale che è stato sacrificato sull’altare degli idoli. È vietato anche dividere la carne con il tiro alle freccette. Questa è empietà. Questo giorno coloro che rinnegano la fede hanno perduto ogni speranza che abbandoniate il vostro credo. Non temete loro, ma temete Me. Oggi ho reso perfetta la vostra religione, ho completato su di voi la Mia grazia e ho scelto l’Islam come religione. Però, se qualcuno è spinto dalla fame, senza alcuna volontà di trasgredire, Dio è Perdonatore, Misericordioso.
5:4Ti chiedono quale cibo è loro permesso, Dì: “Vi sono concesse tutte le cose buone e pure e ciò che avete insegnato ai vostri animali a cacciare nel modo che vi è stato insegnato da Dio. Però su di esso pronunciate il nome di Dio, e temeteLo. Egli è veloce nel calcolo”.
5:5Oggi tutte le cose buone e pure vi sono permesse. Il cibo della Gente della Scrittura è lecito per voi e il vostro è lecito per loro. Vi è concesso di sposare non solo caste donne tra i credenti, ma anche donne caste tra le Genti della Scrittura, rivelata prima di voi, quando date loro una giusta dote e desiderate prenderle come spose e non come amanti segrete. Se qualcuno respinge la fede, la sua opera è senza frutti e nell’Altra Vita sarà tra coloro che hanno perduto ogni bene spirituale.
5:6O voi che credete! Quando vi preparate per la preghiera, lavatevi il volto, le mani e le braccia fino ai gomiti e bagnate con l’acqua anche la testa. Se invece vi trovate in una condizione di impurità cerimoniale, lavate l’intero corpo. Però, se siete malati o in viaggio o avete risposto ad un bisogno naturale o avete avuto contatti con donne o non avete acqua, prendete sabbia o terra pulita e strofinatevi il volto e le mani. Dio non desidera porvi in difficoltà, ma rendervi puri e completare il Suo favore verso di voi, così che possiate esserGli grati.
5:7Ricordate il favore che Dio vi ha concesso e il Suo Patto, che Egli ha stretto con voi, quando dite: “Udiamo ed ubbidiamo” e temeteLo, perché Egli conosce bene i segreti dei cuori.
5:8O voi che credete! Siate testimoni sinceri davanti a Dio, e non lasciate che l’odio verso qualcuno vi faccia commette iniquità e vi induca ad allontanarvi dalla giustizia. Siate giusti. Questo è consono alla pietà e temeteLo, perché Dio ben conosce quello che fate.
5:9A coloro che credono e compiono opere di bene Dio ha promesso il perdono ed una grande ricompensa.
5:10Coloro che respingono la fede e negano i Nostri segni saranno Compagni del Fuoco.
5:11O voi che credete! Ricordatevi la grazia che Dio vi ha concesso quando alcuni uomini stavano per attaccarvi, ma Egli vi ha protetto. Temete Dio. In Lui i credenti ripongono la loro fiducia.
5:12Dio ha stretto un patto con i Figli d’Israele e Noi abbiamo scelto tra loro dodici capi. Dio ha detto: “Io sono con voi. Stabilite preghiere regolari, praticate regolare carità, credete nei Miei messaggeri, onorateli e assisteteli, e fate a Dio un prestito meraviglioso. In verità, rimuoverò da voi ogni male e vi ammetterò in Giardini dove scorrono i ruscelli. Però, se qualcuno di voi, dopo questo, si allontana dalla fede, si è in verità allontanato dal cammino della rettitudine.
5:13Però, dal momento che hanno violato i Patti, Noi li abbiamo maledetti e abbiamo fatto sì che i loro cuori s’indurissero. Hanno distorto il significato delle parole rivelate e hanno dimenticato una grande parte del Messaggio che è stato detto loro di ricordare. Non cesserai mai di trovarli ad ordire tradimenti, eccetto alcuni. Però perdonali, e guarda oltre. Dio ama i magnanimi.
5:14Anche con coloro, che definiscono se stessi cristiani, abbiamo stretto un patto, ma hanno dimenticato una buona parte del messaggio che è stato loro inviato. Questo ha suscitato tra di loro odio ed inimicizia fino al Giorno del Giudizio. Presto Dio mostrerà loro che cosa hanno compiuto.
5:15O Popoli del Libro! È giunto a voi il Nostro Messaggero, rivelandovi ciò che eravate soliti nascondere nel Libro o dimenticare! È giunta presso di voi da Dio una nuova luce ed un libro perspicuo.
5:16Dio guida tutti coloro che cercano il Suo compiacimento per vie di pace e di salvezza e li conduce fuori dalle tenebre, attraverso la Sua Volontà, fino alla Luce, guidandoli per la Retta Via.
5:17Pronunciano menzogne coloro che affermano: “Dio è il Messia, il Figlio di Maria”. Dì: “Chi potrebbe impedire a Dio, se volesse, di distruggere il Messia, il Figlio di Maria, sua madre e tutti coloro che si trovano sulla terra?” A Dio appartiene il dominio dei cieli e della terra e di tutto ciò che si trova nel mezzo. Egli crea ciò che vuole, perché Dio detiene il potere su ogni cosa.
5:18Sia gli ebrei che i cristiani affermano: “Noi siamo figli di Dio ed i Suoi prediletti. Dì: “Perché allora vi punisce per i vostri peccati? No, voi non siete altro che uomini tra gli uomini che ha creato. Egli perdona chi vuole e punisce chi vuole. A Dio appartiene il dominio dei cieli e della terra e tutto ciò che si trova nel mezzo. Presso di Lui si trova il destino finale di ognuno”.
5:19O Popoli del Libro! Ora è giunto presso di voi, il Nostro Messaggero, dopo che la successione dei profeti era stata interrotta, affinché non diciate: “Non è giunto presso di noi nessun messaggero di buona novella e nessun ammonitore”. Però, ora è venuto presso di voi qualcuno che vi reca la buona novella e vi avverte. Dio ha il potere su tutte le cose.
5:20Ricorda che Mosè disse al suo popolo: “O popolo mio! Ricordatevi dei favori che Dio vi ha concesso, quando Egli ha prodotto tra di voi dei profeti, vi ha fatti re e vi ha dato ciò che non ha concesso a nessuno degli altri popoli”.
5:21O popolo mio! Entrate nella terra santa, che Dio vi ha concesso e non ribellatevi con ignominia, perché sarete rovesciati nella vostra stessa rovina”.
5:22Dissero: “O Mosè! In questa terra si trovano persone dotate di forza eccezionale, non potremmo mai entrare prima che vadano via. Dopo che saranno andati via, allora potremmo entrare”.
5:23Però tra i timorati ve ne erano due su cui Dio aveva inviato la Sua grazia. Dissero: “Entrate attraverso la porta. Quando saremo dentro, la vittoria sarà nostra. Riponete la vostra fiducia in Dio, se avete fede”.
5:24Dissero:“O Mosè! Se rimangono qui, non sarà mai possibile per noi entrare. Vai tu ed il tuo Signore a combatterli, mentre noi sediamo qui”.
5:25Egli disse: “O Signor Mio! Io ho potere solo su me stesso e su mio fratello. Separaci da questo popolo di ribelli!”.
5:26Dio disse: “Per quaranta anni questo paese sarà loro precluso. Vagheranno confusi, ma non rattristarti per questo popolo ribelle”.
5:27Recita loro la verità della storia dei due figli di Adamo. Entrambi presentarono un sacrificio a Dio. Il sacrificio del primo di loro venne accettato ma non quello del secondo. Il secondo disse: “In verità ti ucciderò”, mentre il primo disse: “Sicuramente Dio accetta il sacrificio di coloro che sono timorati di Lui.
5:28Se alzi la mano contro di me o mi uccidi, non mi si addice allungare la mano contro di te o ucciderti, perché io temo Dio, il Signore dei Mondi.
5:29Da parte mia, preferisco che tu ti carichi dei miei e dei tuoi peccati, perché sarai tra i Compagni del Fuoco e questa è la ricompensa per coloro che operano il male”.
5:30L’anima egoista dell’altro lo condusse all’assassinio del fratello. Egli lo assassinò e divenne uno di coloro che si sono perduti.
5:31Poi, Dio inviò un corvo, che grattò il terreno e gli insegnò come coprire il cadavere di suo fratello. Egli disse: “Guai a me! Non sono stato nemmeno capace di agire come questo corvo, e nascondere il cadavere di mio fratello? Allora divenne pieno di rammarico”.
5:32Per questo motivo abbiamo ordinato per i Figli d’Israele che, se qualcuno uccide una persona-a meno che non sia un assassino o qualcuno che ha sparso la corruzione sulla terra- è come se avesse ucciso tutta l’umanità. Invece, se qualcuno salva una vita, è come se avesse salvato la vita di tutta l’umanità. Sebbene siano venuti loro i Nostri messaggeri con chiari segni, molti continuano a commettere eccessi sulla terra.
5:33La punizione di coloro che proclamano guerra contro Dio e il Suo Messaggero, e si impegnano per spargere corruzione sulla terra è: esecuzione, crocifissione, taglio delle mani e dei piedi, oppure l’esilio. Questa è la loro disgrazia in questo mondo e li attende una pesante pena nell’Altro.
5:34Eccetto per coloro che si pentono, prima di cadere in vostro potere. In questo caso sappiate che Dio è Perdonatore, Misericordioso.
5:35O voi che credete! Rispettate i vostri doveri verso Dio, cercate i mezzi per avvicinarvi a Lui ed impegnatevi nella Sua causa, affinché possiate prosperare.
5:36Per quanto riguarda coloro che respingono la fede, anche se possedessero ogni bene della terra, persino duplicato, per darla come ricatto per la pena del Giorno del Giudizio, non sarebbe mai accettata. Li attende una pena gravosa.
5:37Desidereranno essere condotti fuori dal Fuoco, ma non ne usciranno mai. La loro pena sarà duratura.
5:38Al ladro, sia maschio che femmina, tagliate la mano: una punizione esemplare per il loro crimine. Questo è un deterrente ordinato da Dio. Egli è Eccelso, Pieno di Saggezza.
5:39Però, se il ladro si pente dopo il suo crimine e rettifica la propria condotta, Dio si volge verso di lui con il perdono. Egli è Perdonatore, Misericordioso.
5:40Non sapete che solo a Dio appartiene il dominio dei cieli e della terra. Egli punisce chi vuole e perdona chi vuole. Dio detiene il potere su tutte le cose.
5:41O Profeta! Non lasciarti addolorare da coloro che corrono verso la miscredenza, da coloro che dicono crediamo con le loro labbra, ma nel cuore non hanno alcuna fede, o dagli ebrei- uomini che darebbero ascolto ad ogni bugia e a coloro che non ti hanno mai incontrato. Costoro distorcono il significato delle parole estrapolandole dal contesto e dicono: “Se ciò è già presente (nelle vostre Scritture) accettatelo, altrimenti state in guardia”. Non lasciare che ti rattristino. Se Dio vuole che qualcuno sia tentato dal male, tu non puoi fare nulla. Dio non intende purificare i loro cuori. Per costoro c’è la disgrazia in questa vita e nell’Altra un doloroso castigo.
5:42Costoro amano ascoltare ciò che è falso e divorare tutto ciò che è proibito. Se vengono da te, giudica tra di loro o rifiutati d’intervenire. Se ti rifiuti, non potranno nuocerti. Se giudichi, giudica secondo equità perché Dio ama coloro che giudicano secondo giustizia.
5:43Perché vengono da te per una decisione, quando hanno la loro legge? C’è un chiaro comando da parte di Dio, eppure, anche dopo di ciò, mostrano disubbidienza. Costoro non sono persone di fede.
5:44Siamo stati Noi che abbiamo rivelato la legge a Mosè, dove vi era guida e luce. I profeti, che si sottomettono alla volontà di Dio, i Rabbini e i dottori della Legge, saranno giudicati secondo quella parte del Libro di Dio, che era stata loro affidata e di cui sono stati testimoni. Quindi non temete gli uomini, ma temete Me e non vendete i Miei segni per un prezzo miserabile. Coloro che falliscono nel giudicare alla luce di ciò che Dio ha rivelato, sono dei miscredenti.
5:45Abbiamo ordinato loro: “Vita per la vita, occhio per occhio, naso per naso, orecchio per orecchio, dente per dente e ferite per eguali ferite”. Se qualcuno però rinuncia per carità, questo sarà per lui un atto di espiazione. Coloro che falliscono nel giudicare secondo la luce che Dio ha rivelato, non sono migliori di coloro che agiscono ingiustamente.
5:46Sulle orme dei precedenti profeti abbiamo inviato Gesù, figlio di Maria, a conferma della Legge che è venuta prima di lui. Gli abbiamo inviato il Vangelo, dove vi era guida e luce e conferma per quanto scritto nella Torah, una guida e un’ammonizione per coloro che temono Dio.
5:47Lascia che i seguaci del Vangelo giudichino secondo quanto Dio ha rivelato in esso. Coloro che falliscono nel giudicare, secondo ciò che Dio ha rivelato, non sono migliori di coloro che si ribellano.
5:48Ti abbiamo inviamo il Libro nella verità, confermando la scrittura che era giunta precedentemente e preservandola. Così giudica tra di loro secondo ciò che Dio ha rivelato e non seguire i loro vani desideri, allontanandoti dalla Verità che ti è giunta. Ad ognuno di voi abbiamo prescritto una legge ed una via. Se Dio avesse voluto, avrebbe fatto di voi un unico popolo, ma Egli vuole mettervi alla prova in ciò che vi ha dato. Così gareggiate gli uni con gli altri nelle buone opere. Il destino finale è presso Dio. Egli è Colui che vi mostrerà la verità delle questioni su cui disputate.
5:49Lui ti comanda: “Giudica tra loro secondo ciò che Dio ha rivelato e non seguire i loro vani desideri, ma stai attento che non ti allontanino dall’insegnamento che Dio ti ha inviato. E se si voltano indietro, stai sicuro che Dio ha intenzione di punirli per alcuni dei loro crimini. In verità, la maggior parte di loro sono ribelli”.
5:50Cercano forse un giudizio dei Giorni dell’Ignoranza? Chi è migliore nel giudizio di Dio per un popolo che rimane fermo nella fede?
5:51O voi che credete! Non prendetevi gli ebrei e i cristiani per amici e protettori. Costoro sono amici e protettori gli uni degli altri. Chi si volge verso di loro in amicizia, è uno di loro. Dio non guida un popolo di ingiusti.
5:52Vedi come coloro, nei cui cuori vi è una malattia, corrono gli uni dagli altri dicendo: “Temiamo che un rovescio di fortuna ci condurrà al disastro”. Forse Dio ti concederà la vittoria oppure no. Costoro si pentiranno dei pensieri che hanno segretamente nutrito nei loro cuori.
5:53Coloro che credono diranno: “Sono questi gli uomini che hanno giurato con forza di essere con te?”. Tutto ciò che fanno, sarà vano e cadranno solo nella rovina.
5:54O voi che credete! Se qualcuno tra di voi si volge indietro, dopo aver creduto, Dio presto susciterà un popolo che Egli amerà e che sarà da loro riamato; un popolo umile con i credenti, forte contro i miscredenti, che combatte sulla via di Dio e non si spaventa dei rimproveri di coloro che cercano il male. Questa è la grazia di Dio, che Egli concede a chi vuole. Dio abbraccia ogni cosa con la Sua grazia e conosce ogni cosa.
5:55I vostri veri alleati non sono altri che Dio, il Suo Profeta e la compagnia dei credenti- coloro che stabiliscono preghiere regolari e regolare carità e, poi, si prosternano umilmente in adorazione,
5:56e coloro che si volgono in amicizia verso Dio, il Suo Messaggero, e la compagnia dei credenti. La compagnia di Dio sicuramente trionferà.
5:57O voi che credete! Non prendete come amici e protettori coloro che considerano la vostra religione con derisione e come una vana occupazione, sia tra coloro che hanno ricevuto le scritture prima di voi o tra coloro che rifiutano la fede, ma temete Dio, se avete fede.
5:58Quando viene pronunciata la chiamata alla preghiera, la considerano con derisione e come una vana occupazione, perché sono un popolo privo di comprensione.
5:59Dì: “O popoli del Libro! Ci disapprovate solo perché crediamo in Dio e nella rivelazione che abbiamo ricevuto e che è stata inviata prima di noi? Non è forse vero che la maggior parte di voi sono ribelli e disubbidienti?”.
5:60Dì: “Dovrei forse annunciarvi chi, davanti a Dio, è degno di una punizione peggiore di costoro? Coloro che incorrono nella maledizione e nell’ira di Dio, coloro che Egli ha trasformato in scimmie o in suini, coloro che adorano il Male- costoro sono di molto peggiori e molto più lontani dalla Via!”.
5:61Quando vengono verso di te, dicono: “Crediamo”, ma entrano con una mente disposta contro la fede ed escono con la medesima. Dio conosce bene tutto ciò che nascondono.
5:62Molti di loro competono nel peccato, nella trasgressione e nel consumo di ciò che non è permesso. Le loro opere sono malvagie.
5:63Perché i loro rabbini e dottori della legge non vietano loro di pronunciare parole peccaminose e consumare ciò che è proibito? Le loro opere sono così malvagie!
5:64Gli ebrei dicono: “La Mano di Dio è legata”. Che le loro mani siano legate e che siano maledetti per le blasfemie che pronunciano. Entrambe le Sue mani sono ampiamente distese. Egli concede e spende della Sua grazia a chi vuole. Però la rivelazione, che ti è giunta da Dio, aumenta nella maggior parte di loro l’ostinata ribellione e blasfemia. Abbiamo suscitato inimicizia e odio tra i popoli del Libro fino al Giorno della resurrezione. Ogni volta che accendono venti di guerra, Dio li estingue e costoro s’impegnano a spargere la corruzione sulla terra e Dio non ama la corruzione.
5:65Se solo i popoli del Libro avessero creduto e fossero stati retti, Noi avremmo cancellato le loro iniquità e li avremmo ammessi in un giardino di delizie.
5:66Se solo i popoli del Libro fossero credenti e fossero timorati di Dio! Noi cancelleremmo le loro malvagie azioni precedenti e li condurremo in Giardini di delizie. Se avessero osservato sinceramente la Torah e il Vangelo e tutto quanto è stato rivelato loro dal Signore, sarebbe stata concessa loro una grazia abbondante dal cielo e dalla terra. Alcuni si trovano sulla Retta Via, ma la maggior parte di loro compie il male.
5:67O Profeta, proclama il messaggio che ti è stato inviato dal tuo Signore. Se non lo facessi pienamente, non avresti certamente assolto alla tua missione. Dio ti difenderà da coloro che intendono compiere il male. Dio non guida coloro che rifiutano la fede.
5:68Dì: “O popoli del Libro! Non avrete nulla su cui fondare le vostre credenze, fino a quando non obbedirete alla Legge, al Vangelo e alla rivelazione che vi è giunta dal vostro Signore. La rivelazione che ti è giunta dal tuo Signore accresce in molti di loro l’ostinata ribellione e la blasfemia. Non ti crucciare però per queste persone prive di fede.
5:69Coloro che credono nel Corano, coloro che seguono la scrittura ebraica, i Sabei e i cristiani che credono in Dio e nell’Ultimo giorno e compiono opere di bene, non avranno nulla da temere e nulla di cui affliggersi.
5:70Noi abbiamo stretto un patto con i Figli d’Israele e abbiamo inviato loro dei messaggeri. Ogni volta che giungeva loro un messaggero con ciò che loro stessi non desideravano, o veniva chiamato impostore o veniva ucciso.
5:71Pensavano che non ci sarebbe stata alcuna punizione, così divennero ciechi e sordi. Dio però si volse con misericordia verso di loro. Però molti divennero ciechi e sordi. Dio vede bene ciò che compiono.
5:72Hanno disubbidito a Dio coloro che dicono: “Dio è il Messia, il figlio di Maria”. Il Messia però ha detto: “O Figli d’Israele, adorate Dio, il mio Signore e il vostro Signore”. A colui che associa altri dei a Dio, Egli gli proibirà l’ingresso nel Giardino e il Fuoco sarà la sua dimora. Coloro che compiono il male non avranno alcuno che li aiuti.
5:73Pronunciano il falso coloro che dicono: “Dio è il terzo di tre”, perché c’è un Solo Dio. Se non cessano di proferire falsità, in verità un doloroso castigo coglierà coloro che tra di loro si mostrano determinati a negare il Vero.
5:74Perché non si volgono verso Dio e cercano il Suo perdono? Dio è Perdonatore, Misericordioso.
5:75Il Messia, il Figlio di Maria, era solo un messaggero. Molti furono i messaggeri inviati prima di lui. Sua madre era una donna veritiera. Entrambi avevano bisogno di mangiare il cibo quotidiano. Vedi come Dio rende i Suoi segni chiari per loro e vedi in quale modo sono delusi dalla verità!
5:76Dì:“Adorerete, accanto a Dio, qualcosa che non ha potere né di nuocervi né di beneficarvi?” Dio, Egli è Colui che ode e conosce tutte le cose.
5:77Dì:“O popoli del Libro! Non eccedete i limiti della vostra religione, sconfinando nella menzogna. Non seguite i vani desideri di coloro che si sono persi in tempi ormai andati, che hanno tratto in inganno molti e si sono smarriti dalla Retta Via”.
5:78Vennero pronunciate delle maledizioni su coloro che tra i Figli di Israele hanno rifiutato la fede da parte di Davide e di Gesù, il Figlio di Maria, perché disubbidivano e persistevano negli eccessi.
5:79Non proibivano nemmeno gli uni agli altri le iniquità che commettevano. Le azioni, che hanno compiuto, sono malvagie.
5:80Molti di loro si volgono in amicizia verso i miscredenti. Malvagie sono le opere, che le loro anime hanno inviato a precederli. L’Ira di Dio è su di loro e dimoreranno nel tormento.
5:81Se solo avessero creduto in Dio, nel Profeta ed in ciò che gli è stato rivelato, non avrebbero mai scelto i miscredenti come amici e protettori. La maggior parte di loro però sono dei ribelli.
5:82L’inimicizia verso i credenti che trovi tra gli ebrei ed i pagani è ancora più forte. I più vicini ai credenti nell’amore saranno coloro che dicono: “Siamo cristiani” perché tra di loro ci sono uomini dediti allo studio, uomini che hanno rinunciato al Mondo e non sono arroganti.
5:83Quando ascoltano la rivelazione che è stata data al Profeta, vedrai che i loro occhi si riempiono di lacrime perché riconoscono la verità e pregano: “Signore Nostro! Crediamo, annoveraci tra i testimoni della Verità.
5:84Che motivo abbiamo per non credere in Dio e la verità che ci è giunta, dal momento che desideriamo che il Nostro Signore ci ammetta nella compagnia dei giusti?”
5:85Per queste loro preghiere Dio li ha ricompensati con Giardini e con fiumi che scorrono sotterranei: loro eterna dimora. Questa è la ricompensa per coloro che compiono il bene.
5:86Invece, coloro che rifiutano la fede, e burlandosi dei Nostri segni, saranno Compagni del Fuoco.
5:87O voi che credete! Non dichiarate proibito quel che Dio vi ha concesso, ma non commettete eccessi, perché Egli non ama chi eccede.
5:88Mangiate delle cose che Dio vi ha concesso, quelle permesse e buone, ma temete Dio, in Cui credete.
5:89Dio non vi punirà per aver pronunciato parole futili nei vostri giuramenti, ma vi chiamerà a rendere conto dei vostri giuramenti deliberati. Come espiazione, nutrite dieci poveri con il cibo che in media utilizzate per nutrire le vostre famiglie, o vestiteli, oppure donate ad uno schiavo la libertà. Se questo è al di là dei vostri mezzi, digiunate per tre giorni. Questa è l’espiazione per i giuramenti pronunciati. Tenete fede però ai vostri giuramenti, così che Dio renda chiari per voi i Suoi segni, così che possiate esserGli grati.
5:90O voi che credete! L’ubriacatura, il gioco d’azzardo, la dedica di pietre e la divinazione attraverso le frecce sono un abominio, opera di Satana. Scampate da questo abominio, così che possiate prosperare.
5:91Il piano di Satana è quello di suscitare inimicizia e odio tra di voi, attraverso le sostanze intossicanti e il gioco d’azzardo e tenervi lontani dal ricordo di Dio e dalla preghiera. Vi asterrete dunque?
5:92Obbedite a Dio ed obbedite al Profeta e state attenti al male. Se vi voltate indietro, sappiate che è dovere del vostro Profeta proclamare il messaggio nella maniera più chiara.
5:93Per coloro che credono e compiono opere di bene non vi è nessun motivo di rimprovero, per ciò che hanno mangiato in passato, fino quando si guardano dal male, credono e compiono opere di bene e continuano a temerLo, ad essere credenti, diventando sempre più timorati e perseverando nel compiere il bene. Dio ama coloro che compiono il bene.
5:94O voi che credete! Dio vi metterà alla prova con ciò che cacciate con le mani e con le lance affinché Egli possa provare chi Lo teme, anche senza vederLo. Chi trasgredisce, avrà un doloroso castigo.
5:95O voi che credete! Non cacciate quando vi trovate nei Sacri Recinti o indossate la veste del pellegrino. Se qualcuno lo fa in modo intenzionale, la compensazione è un’offerta, portata alla Kaaba, di un animale domestico equivalente a quello che è stato ucciso, secondo il giudizio di due uomini giusti tra di voi. Altrimenti, come mezzo di espiazione, nutra due poveri o che digiuni affinché possa provare la pena delle sue azioni. Dio perdona ciò che è passato. Però, se ripete la trasgressione, Dio lo punirà. Egli è l’Eccelso, il Signore della Retribuzione.
5:96Vi è lecita la pesca a beneficio vostro e di coloro che si trovano in viaggio. Però, vi è proibita la caccia mentre siete nei Sacri Recinti o indossate la veste del Pellegrino. Temete Dio, a Cui sarete ricondotti.
5:97Dio ha reso la Kaaba, la Sacra Casa, un santuario per l’umanità, come i mesi sacri, gli animali che vengono offerti e le ghirlande che li contraddistinguono. Ciò affinché arriviate a comprendere che Dio conosce ciò che si trova nei cieli e sulla terra e che Egli ben conosce ogni cosa.
5:98Sappiate che Dio è severo nel castigo e che è Perdonatore, Misericordioso.
5:99Il dovere del Messaggero è di proclamare il Messaggio, ma Dio conosce tutto ciò che rivelate e tutto ciò che nascondete.
5:100Dì: “Non si equivale ciò che è cattivo e ciò che è buono, anche se l’abbondanza del male ti potrebbe abbagliare. Così temete Dio, o voi che comprendete, così che possiate prosperare”.
5:101O voi che credete! Non domandate relativamente a questioni che, se venissero spiegate con chiarezza, potrebbero causarvi dei problemi. Però, se domandate mentre il Corano viene rivelato, vi saranno spiegate. Dio vi ha assolto da qualsiasi obbligo a questo riguardo. Egli è Perdonatore, Misericordioso.
5:102Alcune persone prima di voi hanno fatto queste domande, ma successivamente hanno rifiutato le risposte.
5:103Non è stato Dio a consacrare né Bahira, né Saiba né Wasila né Hami. I miscredenti inventano menzogne contro Dio, ma la maggior parte manca di saggezza.
5:104Quando viene detto loro: “Avvicinatevi a ciò che Dio vi ha rivelato. Avvicinatevi al Profeta”, dicono: “È sufficiente per noi la guida seguita dai nostri padri”. Che cosa! Anche se i loro padri erano privi di conoscenza e di guida?
5:105O voi che credete! Guardate le vostre anime. Se seguite la retta guida, non potrete subire nessun danno da coloro che invece hanno deviato. Il fine di ognuno di voi è presso Dio. Egli è Colui che vi mostrerà la verità di tutto ciò che fate.
5:106O voi che credete! Quando la morte si avvicina a qualcuno di voi, scegliete dei testimoni quando fate testamento- due uomini giusti della vostra stessa comunità o altri stranieri, se vi trovate in viaggio e siete in pericolo di vita. Se dubitate della loro veridicità, tratteneteli insieme dopo la preghiera e lasciate che entrambi giurino per Dio: “Non desideriamo nessun beneficio terreno, anche se il beneficiario fosse un nostro parente. Non nasconderemo l’evidenza davanti a Dio. Se lo faremo, che su di noi sia il peccato”.
5:107Però, se si viene a conoscenza che erano dei spergiuri, che vengano scelti altri due al loro posto- che sono i più vicini nella parentela tra coloro che ne reclamano il diritto. Fai che giurino per Dio: “Giuriamo che la nostra testimonianza è più veritiera di quella degli altri due e che non abbiamo passato i limiti della verità. Se lo facessimo, che l’ingiustizia sia su di noi”.
5:108È più probabile che costoro siano più veritieri nella loro testimonianza perché potrebbero temere che gli altri inizino a rifiutare i loro giuramenti. Però temete Dio, e ascoltate il Suo consiglio, perché Egli non guida un popolo di ribelli.
5:109Un Giorno Dio riunirà insieme tutti i messaggeri e chiederà: “Quale è stata la risposta che avete ricevuto dagli uomini per i vostri insegnamenti?” Diranno: “Non lo sappiamo, Tu conosci pienamente tutto ciò che è nascosto”.
5:110Poi Egli dirà: “O Gesù, Figlio di Maria, ricorda la grazia che ho concesso a te e a tua madre. Ti ho fortificato con lo spirito santo, così che hai parlato agli uomini nell’infanzia e nella maturità. Ti ho insegnato il Libro e la Saggezza, la Legge e il Vangelo. Tu hai forgiato con il Mio permesso, la figura di un uccello dalla argilla; con il mio permesso vi hai soffiato dentro e, con il Mio permesso, ciò che avevi forgiato ha preso vita. Hai curato coloro che erano nati ciechi e i lebbrosi con il Mio permesso. Hai anche resuscitato i morti con il Mio permesso. Io ho impedito che i Figli d’Israele agissero violentemente contro di te, quando tu hai mostrato loro i chiari segni, mentre miscredenti tra di loro dissero: “Questa non è altro che magia evidente”.
5:111Io ho ispirato i discepoli ad avere fede in Me e nel Mio Profeta. Dissero: “Abbiamo fede. Sii testimone che ci inchiniamo di fronte a Dio come musulmani”.
5:112I discepoli dissero: “O Gesù, Figlio di Maria! Può il tuo Signore inviarci dal cielo una tavola imbandita?” Gesù rispose: “Temete Dio, se avete fede”.
5:113Loro dissero: “Noi desideriamo solo mangiarne, soddisfare i nostri cuori, sapere che tu ci hai detto il vero e che noi stessi possiamo essere testimoni del miracolo”.
5:114Gesù, il Figlio di Maria, disse: “O Dio, nostro Signore. Mandaci dal cielo una tavola imbandita, che sia per noi- per il primo e per l’ultimo di noi- una festa solenne ed un segno proveniente da Te. Provvedi anche per il nostro sostentamento perché Tu sei il migliore per soddisfare i nostri bisogni”.
5:115Dio disse: “Ve la invierò, ma se qualcuno di voi, dopo di ciò, si allontana dalla fede, lo punirò con una pena che non ho inflitto a nessun altro popolo”.
5:116Dio dirà: “O Gesù, Figlio di Maria! Hai forse detto agli uomini: <> Egli dirà: <>”.
5:117“Non ho detto loro nulla eccetto ciò che Tu mi hai comandato ossia: <>. Dopo che mi hai innalzato a Te, Tu hai vegliato su di loro. Tu sei testimone di tutte le cose”.
5:118“Se invero li punisci, costoro sono i Tuoi veri servi, ma se li perdoni, Tu sei l’Eccelso, il Saggio”.
5:119Dio dirà: “Questo è il giorno in cui i veritieri trarranno profitto dalla loro veridicità. Loro sono i giardini lungo i quali scorrono i fiumi, loro dimora eterna. Dio si compiace di loro e loro di Lui. Questa è la grande salvezza (il soddisfacimento di tutti i desideri)”.
5:120A Dio appartiene il dominio dei cieli e della terra e di tutto ciò che contengono. Egli è Colui che detiene il potere su ogni cosa.



Share this Surah Translation on Facebook...